Il Friuli Venezia Giulia è terra di sport per persone con disabilità

C’è anche la valorizzazione dello sport per persone con disabilità tra i numerosi obiettivi dell’Associazione Tetra-paraplegici del Friuli Venezia Giulia, che il 27 giugno a Udine promuoverà una giornata all’insegna di discipline come il Tennis tavolo, il Paravolley, il Tiro con l’arco, l’Handybike, la Scherma e il Basket. Le gare si disputeranno presso l’Istituto Gervasutta di Udine, con il quale l’Associazione da tempo collabora proficuamente

Ci sarà anche un torneo di tennis tavolo tra le gare di sport per persone con disabilità il 27 giugno a UdineTornei di Tennis tavolo, Paravolley (FreeVolleyGold) e Tiro con l’arco, gare di Handybike e di carrozzina a spinta, oltre a una dimostrazione di scherma. Questo in mattinata, poi, nel pomeriggio, le finali del Tennis tavolo e del Paravolley, una dimostrazione di Basket e le premiazioni per tutti.
È il programma di FVG Olympics, manifestazione organizzata per sabato 27 giugno a Udine dall’Associazione Tetra-paraplegici del Friuli Venezia Giulia, presso l’Istituto di Medicina Fisica e Riabilitazione Gervasutta (ore 9-18), con il patrocinio, tra gli altri, del CIP (Comitato Italiano Paralimpico) e della FAIP (Federazione Associazioni Italiane Para-teraplegici).

Migliorare la qualità della vita delle persone tetraplegiche e paraplegiche e dei loro familiari, offrendo un supporto sanitario per svolgere in modo adeguato il percorso riabilitativo, anche gestendo direttamente centri di assistenza e di riabilitazione nell’ambito della propria Regione, oltre che promuovere e sostenere la ricerca sulle lesioni al midollo spinale, raccontando al tempo stesso – all’opinione pubblica – le concrete possibilità di condurre una vita indipendente e di soddisfazione da parte delle persone tetraplegiche e paraplegiche: sono questi i principali obiettivi dell’Associazione Tetra-paraplegici del Friuli Venezia Giulia, sorta nel 1983, che può già vantare una serie di risultati concreti.
Innanzitutto la realizzazione dell’Unità Spinale presso l’Ospedale Civile Santa Maria della Misericordia e l’Istituto Gervasutta di Udine, ma anche l’avvio, nel 1990, del Centro Socio-Sanitario “Progetto Spilimbergo” ONLUS, struttura nata per completare il percorso riabilitativo e favorire l’integrazione sociale delle persone mielolese.
E ancora, il progetto di ricerca SPINAL (Spinal Persons Injury Neurorehabilitation Applied Laboratory), anch’esso in collaborazione con il Gervasutta di Udine e con la SISSA (Scuola Internazionale di Studi Superiori Avanzati di Trieste), laboratorio che rappresenta un’occasione preziosa di collaborazione tra la ricerca di base e clinica.
In ambito sociale, poi – oltre all’organizzazione di manifestazioni sportive per persone con disabilità, come quella del 27 giugno – va segnalato il manuale di progettazione e soluzione dei problemi su come costruire in modo accessibile per tutti e anche il sito Turismo Accessibile, costruito con i dati della rilevazione condotta dall’Associazione, con l’appoggio dell’Assessorato Regionale del Friuli Venezia Giulia al Turismo. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Associazione Tetra-paraplegici del Friuli Venezia Giulia, tel. 0432 505240, segreteria@paraplegicifvg.it.
Stampa questo articolo