- Superando.it - http://www.superando.it -

«Assumiamoli», un progetto vincente!

Persona con sindrome di Down nell'ambiente di lavoroNon c’è dubbio che si sia trattato di un’iniziativa vincente, sia nei contenuti e negli scopi, sia evidentemente negli strumenti e nelle modalità scelti per comunicare i primi e raggiungere i secondi. Siete riusciti a distinguere i lavoratori con la sindrome di Down? Neanche noi. Assumiamoli, lo spot dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) nato dalla collaborazione tra quest’ultima e l’agenzia di pubblicità Saatchi & Saatchi, la casa di produzione The Family, il Gambero Rosso-Città del Gusto e, infine, Medusa Film e Opus Proclama – presentato ai nostri lettori all’inizio dell’anno (se ne legga qui) – si è infatti aggiudicato l’ONP (Organizzazioni No Profit) Award, promosso dalla Fondazione Pubblicità Progresso e giunto alla seconda edizione. Un primo premio che consiste nella partecipazione a un laboratorio-seminario sulla comunicazione sociale tenuto da un gruppo di esperti della Fondazione Pubblicità Progresso.
La notizia è stata diffusa nei giorni scorsi in occasione della Quinta Conferenza Internazione della Comunicazione Sociale, evento di chiusura di una serie di iniziative sulla Creatività Responsabile che si sono svolte nella penisola tra aprile e ottobre di quest’anno.

Il “Pubblicità Progresso ONP Award” è un concorso dedicato alle migliori campagne sociali realizzate dalle Organizzazioni No Profit e «ha come finalità – spiegano i promotori – quella di ricordare l’importanza della creatività per raggiungere in modo efficace i target di riferimento e per poter ottenere i risultati auspicati. Per questo a essere valorizzate al suo interno sono le campagne video che dimostrino capacità creativa e volontà di innovare». A votare è stata prima una giuria popolare che ha visionato gli spot sul sito di Pubblicità Progresso e ha votato via web, selezionando i cinque video finalisti. Tra questi, i partecipanti alla Conferenza Internazionale della Comunicazione hanno scelto di assegnare il primo premio al video dell’Associazione Italiana Persone Down, il quale consiste in un rapido susseguirsi di pizzaioli – inquadrati da una camera fissa – che si alternano nelle varie fasi della preparazione di una pizza e sono i protagonisti di un rapidissimo montaggio.
«Questo nostro spot – spiegavano dall’AIPD al lancio del progetto – vuole naturalmente promuovere l’integrazione lavorativa delle persone con sindrome di Down, invitando le aziende del settore privato e di quello pubblico a far sì che le buone intenzioni si traducano in azioni concrete. Sono trenta secondi realizzati per affermare senza esitazioni che queste persone hanno il diritto di entrare nel mondo del lavoro, al pari di chiunque altro, e che possono essere una preziosa risorsa».  

Dando uno sguardo agli altri lavori finalisti scopriamo quello della Fondazione Banco Farmaceutico intitolato Dona un farmaco a chi ne ha bisogno, quello di AIAAD (Associazione Internazionale Aiuto Attivo Donna) Vite in frammenti, il lavoro di Zonta Club denominato invece Sarai bullo sarai solo, e infine il video dell’Istituto di Ricerca e Formazione Socio-Psicologia, Se ti liberi la mente. (C.N.)

Per ulteriori informazioni: AIPD (Associazione Italiana Persone Down), tel. 06 3723909, aipd@aipd.it (Carlotta Leonori).