Giochi senza barriere per diffondere lo sport delle persone con disabilità

E l’obiettivo fondamentale è quello di diffondere discipline come il judo, il tiro con l’arco, la pallamano e anche la danza soprattutto in piccole realtà territoriali, come quelle della Provincia di Lucca. Un percorso che continuerà il 21 novembre a Montecarlo (Lucca), con la terza edizione di una manifestazione che si avvia a diventare un “classico” nel proprio territorio

Ci sarà anche il tiro con l'arco per non vedenti tra le discipline che verranno praticate il 21 novembre a Montecarlo (Lucca)La Delegazione Zonale APICI (Associazioni Provinciali Invalidi Civili e Cittadini Anziani) di Altopascio (Lucca), il cui servizio è svolto dal Punto Handy (con sedi operative presso il Distretto Socio Sanitario dell’Azienda USL del Turchetto Montecarlo e presso il Centro Diurno Anziani Il Girasole a Porcari), ha organizzato per sabato 21 novembre a Montecarlo (Lucca) la terza edizione di Handy Sport – Giochi senza barriere (Palestra della Scuola Media di Via San Giuseppe, ore 14), manifestazione dimostrativa di sport per persone con disabilità e non.
«L’idea di riproporre tale iniziativa – spiega Francesca Pieretti, presidente della Delegazione Zonale APICI – è motivata dal fatto che lo sport in generale, e ancora più lo sport per disabil,i va inteso non solo come pratica agonistica, ma anche come un’attività educativa e sociale che rappresenta un forte mezzo di integrazione. L’obiettivo è anche quello di far conoscere sempre più le pratiche sportive per disabili nelle piccole realtà territoriali, svolgendo una funzione informativa e di sensibilizzazione sull’importanza dello sport per tutti come strumento di nuove politiche del benessere e dello sviluppo. Lo sport, infatti, è un’attività importante perché rappresenta un momento di emancipazione e accrescimento, e consente di acquisire delle abilità motorie, generali e specifiche, di ampliare e differenziare lo sviluppo delle proprie competenze e, in modo particolare per i disabili, permette l’esercizio fisico senza costrizioni, portando spesso a un miglioramento della funzionalità motoria».

All’evento – che si avvarrà del patrocinio della Regione Toscana, della Provincia di Lucca, del Comune di Porcari e del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) Regionale Toscana – parteciperanno l’Amministrazione Comunale di Montecarlo, la Società Sportiva di Judo G.S.UIC di Pisa, il Gruppo Sportivo Handicappati Toscana Pallamano Disabili, l’A.S.Ha. (Associazione Sportiva e Culturale Handicappati) di Pisa, le Associazioni Wheelchair Sport di Firenze e Arcieri di Capannori (Lucca), l’UIC (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) di Siena e l’Associazione L’Acquario di Altopascio.
Prima delle varie dimostrazioni di judo per non vedenti, pallamano in carrozzina e non, tiro con l’arco per non vedenti e non, ballo di ipovedenti e non vedenti, danza in carrozzina e hip hop per non disabili, sono previsti una serie di interventi, a partire da quello della già citata Francesca Pieretti, che aprirà la giornata, seguita dai saluti di Vittorio Fantozzi, Emanuele Stefanini e Federico Carrara, rispettivamente sindaco, consigliere allo Sport e assessore alle Politiche Sociali del Comune di Montecarlo, da Franco Fannucchi e Fabrizia Rimanti, assessore allo Sport e assessore alle Politiche Sociali del Comune di Porcari e da Valentina Cesaretti, assessore allo Sport e al Volontariato della Provincia di Lucca.
Saranno poi presenti Massimo Porciani, presidente del Comitato Italiano Paralimpico Regionale Toscano e Stefano Gori, campione di Atletica Leggera e di tiro con l’arco, prima della presentazione delle varie società sportive, con Sandro Bensi, presidente della Società Sportiva di Judo G.S.UIC di Pisa, Silvano Biagi, presidente del Gruppo Sportivo Handicappati Toscana Pallamano Disabili, Sabino Deligia, presidente dell’A.S.Ha. di Pisa, Massimo Carletti, presidente dell’’Associazione Wheelchair Sport di Firenze, Antonella Carpanese, presidente dell’Associazione L’Acquario di Altopascio e Roberto Girolami, presidente dell’UIC di Siena.
Al termine della manifestazione saranno assegnati riconoscimenti sia agli atleti che alle società sportive. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Punto Handy (Francesca Pieretti), tel. 338 9236610, altopascio@puntohandy.it.
Stampa questo articolo