- Superando.it - http://www.superando.it -

La strada giusta verso il pieno diritto di cittadinanza

Genitori con figlio disabile«Se adeguatamente supporta – afferma Luciana Marsili Gennari, presidente della Consulta per la Disabilità del Municipio XII di Roma – una famiglia che si trova ad affrontare la disabilità può recuperare equilibrio, serenità, valori e motivazione, tanto da offrire alla persona con disabilità l’ambiente più adatto ad esprimere il massimo delle proprie potenzialità fino, ove possibile, al superamento della disabilità stessa. E tuttavia, l’esperienza della nostra Consulta, che da circa dieci anni raccoglie famiglie di persone con disabilità, in prevalenza in condizioni di gravità fisico-intellettiva, ci consegna ancora l’immagine di famiglie multiproblematiche, lasciate sole ad affrontare situazioni di grande complessità».

Nasce proprio da queste riflessioni e dal decennale lavoro della Consulta di cui è responsabile Luciana Marsili Gennari, l’idea del Convegno che martedì 15 dicembre si terrà presso la Sala del Consiglio del Municipio Roma XII (Viale Ignazio Silone, I Ponte Laurentino, ore 15), dal titolo Training abitativo e Trust, interamente dedicato al cosiddetto “durante e dopo di noi” delle persone con disabilità, per approfondire da una parte il tema di Una casa per imparare a crescere (il training abitativo, appunto), «per realizzare e proporre un modello operativo in crescita, quale la vita indipendente in appartamento per piccoli gruppi di persone disabili», dall’altra la questione della Soluzione per il dopo di noi, soffermandosi in particolare sul trust, istituto volto a tutelare la persona fragile e ad avere il miglior regime di vita possibile.
«La disabilità – spiega ancora Marsili Gennari – si presenta a coppie, spesso molto giovani, nel momento in cui più forti sono le aspettative e le speranze. Per loro si apre dunque la prospettiva di una vita difficile, con il rischio concreto che al termine del ciclo naturale della famiglia stessa resti insoluto il drammatico problema del “dopo di noi”. Si tratta certamente di un quadro fosco, ma realistico, che però non ha annichilito le tante lotte della nostra Consulta essendone al contrario il “motore” di tante battaglie, non tutte vinte, ma che hanno contribuito a mutare le condizioni di vita delle persone con disabilità, delle famiglie e al contempo la stessa percezione sociale della disabilità».
«Infatti – conclude la presidente della Consulta – la segregazione disumanizzante, l’emarginazione sociale del disabile e della sua famiglia hanno lasciato il posto a un’integrazione sociale che se non è ancora inclusione, se non è ancora pienamente un connotato culturale della nostra società, è comunque la via verso il pieno diritto di cittadinanza anche per i disabili più gravi e per le famiglie che se ne prendono cura».

Introdotto dalla stessa Luciana Marsili Gennari e presieduto da Guido Trinchieri, presidente della Consulta della Disabilità della Regione Lazio, l’incontro del 15 dicembre sarà aperto dai saluti di Pasquale Calzetta, Gemma Gesualdi, Cinzia Padolecchia e Gabriella Saracino – che nel Municipio XII sono rispettivamente presidente, assessore ai Servizi Sociali, direttore e dirigente dell’UOSECS (Unità Organizzativa Socio-Educativa-Culturale-Sportiva) – e da quelli di di Rosario Mete, direttore D12 dell’ASL RMC.
Seguiranno poi le relazioni sul training abitativo degli esperti Mariella Masselli e Caterina Bargellini e sul trust di Francesca Romana Lupoi, oltre a quella di Renato e Giuliana Papini, genitori.
Interverrà anche l’assessore comunale di Roma alle Politiche Sociali Sveva Belviso e insieme alle tante famiglie, sono stati invitati anche la FISH Lazio (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), i presidenti delle Consulte per la Disabilità dei vari Municipi di Roma, i dirigenti e i tecnici del Distretto Sanitario RM12 ASL RMC, quelli del Servizio Sociale del Municipio XII, dei Distretti Sanitari e dei Servizi Sociali di tutti i Municipi, oltre ad altri esponenti del Terzo Settore. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: tel. 06 69612608, sito internet: www.roma12handicap.org.