- Superando.it - http://www.superando.it -

Le speranze italiane per Vancouver

È ormai questione di poche ore e poi anche le decime Paralimpiadi Invernali di Vancouver prenderanno il via, con la cerimonia di apertura nella notte tra venerdì 12 e sabato 13 marzo, che verrà teletrasmessa in diretta da Eurosport e Raisport.
Saranno esattamente quarantaquattro i Paesi partecipanti alle gare di sci alpino, sci nordico, ice sledge hockey, curling in carrozzina e biathlon, negli stessi siti delle Olimpiadi Invernali da poco concluse in Gianmaria Dal Maistro sarà l'alfiere della squadra italiana alla cerimonia di apertura delle Paralimpiadi Invernali di VancouverCanada. È infatti dall’edizione del 1992 ad Albertville, in Francia, che la sede delle Paralimpiadi coincide con quello delle Olimpiadi.

Per quanto riguarda la squadra azzurra, in sede di presentazione non è mancato né l’ottimismo, né la voglia di stupire. «Certo – ha dichiarato Luca Pancalli, presidente del CIP (Comitato Italiano Paralimpico) – le otto medaglie di Torino 2006 rappresentano probabilmente un momento irripetibile, ma i grandi atleti c’erano e ci saranno anche oggi a Vancouver 2010».
«L’età media dei nostri atleti – ha aggiunto Pancalli – è di 32,4 anni, sicuramente alta rispetto a quella dei campioni olimpici, ma si tratta di un dato comunque confortante, perché l’età stessa si sta abbassando molto, segno che sempre più giovani con disabilità si avvicinano allo sport».

E veniamo ad alcuni nomi noti, tra cui quello di Gianmaria Dal Maistro, ipovedente, già vincitore di sei medaglie tra Nagano 1998, Salt Lake City 2002 e Torino 2006, tuttora detentore dell’oro nel Super Gigante di sci alpino. Dal Maistro sarà anche l’alfiere italiano nella cerimonia di apertura dei Giochi.
Grandi speranze poi – sempre nello sci alpino – anche per la giovane Melania Corradini, priva del braccio sinistro dalla nascita e per Daila Dameno, paraplegica, medaglia d’argento a Torino 2006 nello slalom, categoria slittino. Senza dimenticare che a Vancouver gareggerà anche quella che è ormai da anni una vera e propria “bandiera” dello sport italiano per persone con disabilità, vale a dire la trentanovenne Francesca Porcellato, vincitrice di dieci medaglie tra Paralimpiadi Estive e Invernali, ove ha alternato il proprio impegno tra lo sci di fondo e l’atletica leggera. (S.B.)