E se il genio della lampada fosse un computer?

Sarà infatti centrato soprattutto sull’uso delle tecnologie a supporto del bambino con disabilità nella scuola, l’incontro del 22 marzo a Legnago (Verona), organizzato dalla locale Azienda ULSS 21, in collaborazione con Efesto, il Centro Europeo per l’Autonomia delle Persone Disabili. Più in generale l’occasione sarà propizia per conoscere il lavoro svolto in questi anni e i risultati conseguiti dai diversi attori sociali (enti pubblici, istituti scolastici, cooperative, associazioni di volontariato) a favore dell’inclusione scolastica degli alunni con disabilità

Disegno del Genio della Lampada di AladinoOrganizzato dall’Azienda ULSS 21 di Legnago (Verona), in collaborazione con il Centro Efesto (Centro Europeo per l’Autonomia delle Persone Disabili) di Loreggia (Padova) e con il sostegno dell’Assessorato alla Sanità della Regione Veneto, si terrà lunedì 22 marzo a Legnago (Sala Riello dell’ULSS 21, Via Gianella, 1, ore 9.30-13.30) l’incontro denominato Se il genio della lampada fosse un computer? L’uso delle tecnologie a supporto del bambino disabile nella scuola, occasione utile per conoscere il lavoro svolto in questi anni e i risultati conseguiti dai diversi attori sociali (enti pubblici, istituti scolastici, cooperative, associazioni di volontariato) a favore dell’inclusione scolastica degli alunni con disabilità.
Nel corso della manifestazione verranno anche presentate le tecnologie più innovative per la didattica e la vita indipendente degli stessi alunni con disabilità.

Introdotta dal direttore generale dell’Azienda ULSS 21 di Legnago, Daniela Carraro e moderata da Davide Cervellin, presidente del Centro Efesto, la giornata vedrà poi gli interventi di Raffaele Grottola, direttore dei Servizi Sociali dell’ULSS 21 (Le attività dell’A.ULSS 21 per l’inclusione delle persone disabili), Fabiola Scarpetta, responsabile Qualità del Centro Efesto (Il Centro Efesto come approccio multidisciplinare alla disabilità), Lucia Guderzo e Roberto Bolzon, anch’essi del Centro Efesto (Il genio della lampada: le tecnologie per la scolarizzazione dei bambini disabili) e Mauro Mario Coppa, direttore del Settore Evolutivo del Centro di Riabilitazione di Osimo (Ancona) della Lega del Filo d’Oro.
Nella seconda parte parteciperanno poi – per l’ULSS 21 – la responsabile della Neuropsichiatria Infantile Rosal Grimau e quella dell’Età Evolutiva Maria Scarmagnani (Gli interventi a sostegno delle famiglie e della scuola nell’esperienza dell’A.ULSS 21), seguite dalle testimonianze di Luigi Gelmini (Un supporto alle persone pluriminorate adulte nell’esperienza della Cooperativa sociale “Luce e lavoro” di Verona) e di Giuseppe Nicotra (I bambini ciechi: scrivere, far di conto e tanto altro ancora). Le conclusioni saranno affidate all’assessore regionale alla Sanità Sandro Sandri. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: tel. 049 9301555, info@efesto.org o segreteria@efesto.org.
Stampa questo articolo