Quattro persone in carrozzina possono salire su quel granturismo*

Sembra un normale autobus granturismo, ma in realtà è un pullman speciale, uno dei venti mezzi di quel tipo circolanti in Italia, perfettamente accessibile a quattro persone in carrozzina, dalla salita in pullman all’allacciamento delle idonee cinghie di ancoraggio, fino all’utilizzo in piena autonomia del bagno. È stato recentemente presentato a Vicenza, in occasione di Gitando.all, il Salone del Turismo e dello Sport Accessibile

Modellino di pullmanDa fuori sembra un normale autobus granturismo, ma in realtà è un pullman speciale: è infatti uno dei venti mezzi di questo tipo circolanti in Italia e uno dei pochissimi che si può incrociare per le strade del Veneto. La particolarità? È perfettamente accessibile a quattro persone in carrozzina. Il mezzo, in dotazione all’FTV (Ferrovie e Tramvie Vicentine) e voluto dalla Provincia di Vicenza, è stato presentato nei giorni scorsi in occasione di Gitando.all, il Salone del Turismo e dello Sport Accessibile che si tiene presso la Fiera della città berica.

Gradini per salire e scendere, corridoi stretti, bagni inaccessibili sono le principali barriere che normalmente rendono inaccessibili i pullman alle persone con disabilità motoria. Da qui la scelta dell’FTV di potenziare il proprio parco mezzi, puntando non solo su una flotta a basso impatto ambientale, ma soprattutto in grado di rispondere alle esigenze di accessibilità. «Si tratta di un impegno – spiega l’amministratore unico di FTV Valter Baruchello – che l’azienda persegue da anni. Ad esempio la linea urbana di Bassano del Grappa è tutta dotata di mezzi con pedana mobile. In più l’anno scorso abbiamo raggiunto un accordo con l’omologa veronese ATV per la collaborazione sul fronte dei viaggi turistici con mezzi adibiti al trasporto per gli utenti a ridotta capacità motoria».

Il nuovo mezzo granturismo, dunque, è in grado di trasportare in tutta comodità e sicurezza quattro viaggiatori in carrozzina, dalla salita in pullman all’allacciamento delle idonee cinghie di ancoraggio, fino all’utilizzo in piena autonomia del bagno. «L’acquisto di questo mezzo è un investimento rilevante – commenta Cristiano Sandonà, assessore ai Trasporti della Provincia di Vicenza – che il nostro Ente ha indicato come una priorità alla propria azienda di trasporto pubblico locale. Tale scelta non è solo un segnale di attenzione verso questo tipo di utenza, ma è anche e soprattutto un atto concreto per contribuire a eliminare le barriere al viaggio e alla mobilità che purtroppo quotidianamente vivono queste persone». (S.B.)

*Testo pubblicato da «Redattore Sociale», con il titolo di Granturismo senza barriere, a Gitando.all il pullman accessibile, qui ripreso, con adattamenti, per gentile concessione.

Stampa questo articolo