- Superando.it - http://www.superando.it -

Non basta parlare di pace, ci si deve lavorare

Una ragazza sopra a tante bandiere della pace cucite tra di loroAlla vigilia della Marcia per la Pace Perugia-Assisi di domenica 16 maggio, si svolgerà nel capoluogo umbro, venerdì 14 e sabato 15 maggio, il Forum della Pace, evento che si profila come una grande “Università della Pace”.
«Più di cinquemila giovani – spiegano gli organizzatori – insegnanti, esponenti di gruppi e associazioni, giornalisti e amministratori locali di ogni parte d’Italia s’incontreranno infatti per riscoprire insieme cosa vuol dire “fare pace” – dal quartiere all’ONU – riconoscendo le responsabilità di ciascuno, persone, gruppi e istituzioni (“facciamo pace a scuola”, “facciamo pace con il pianeta”, “facciamo pace con il lavoro”, “facciamo pace in Afghanistan”, “facciamo pace con l’informazione”, “facciamo pace con la politica”, “facciamo pace con l’Africa”, “facciamo pace a Gerusalemme” ecc.)».

Al centro del Forum – promosso dalla Tavola della Pace e dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani – ci saranno le testimonianze di donne e uomini simbolo di tutte le vittime della miseria e dell’ingiustizia, delle guerre e della violenza e che rappresentano l’impegno civile sui grandi problemi sociali, politici, ambientali, culturali del nostro tempo.
Vi sarà dunque l’opportunità di una grande occasione di confronto e approfondimento su numerosi temi e problemi: la cittadinanza, la Costituzione, la pace, la guerra e le guerre, la miseria, i diritti umani, la scuola e l’educazione, la televisione, l’informazione, il lavoro, le mafie, l’immigrazione, i nuovi italiani, la nonviolenza, il disarmo, la politica, la terra madre, il clima e l’ambiente, la cultura, la paura, la giustizia, la libertà, l’economia, i beni comuni, l’acqua, la responsabilità, la speranza, l’Italia e il mondo, l’Europa, l’Africa, Israele e la Palestina, l’Afghanistan, l’Iran, l’Iraq, la Colombia, il popolo Saharawi, l’ONU.

Tra i momenti più significativi, il Meeting Nazionale delle Scuole per la Pace “Cittadinanza e Costituzione” e il Meeting dei Giovani per la Pace, oltre a conferenze, dibattiti, seminari e lezioni di pace. In particolare a “Cittadinanza e Costituzione” parteciperanno centoquaranta scuole, di ogni ordine e grado, provenienti da quasi tutte le Regioni italiane, che durante l’anno scolastico hanno sviluppato percorsi di educazione alla cittadinanza e alla Costituzione nonché di educazione interculturale, educazione alla legalità, ai diritti umani, alla pace, alla democrazia, all’ambiente, al dialogo, allo sviluppo.
Al centro poi del Meeting dei Giovani vi sarà il Progetto 100 giovani per la pace, tramite il quale ci si propone di raccogliere cento storie di giovani provenienti da tutta Italia, che si ritrovano nei valori della giustizia, dei diritti umani, della solidarietà, della nonviolenza, della pace, della responsabilità e della libertà. «Volontariato, associazionismo, Terzo Settore, mondo dell’impresa, giovani amministratori, giovani migranti, seconde generazioni: si tratta di settori diversi del mondo dei giovani – sottolineano ancora i promotori del Forum – di quella che ci piace definire la società responsabile. Un progetto dei giovani per i giovani».

Anche la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), che insieme ad altre organizzazioni di persone con disabilità (tra cui il CND – Consiglio Nazionale sulla Disabilità e DPI – Disabled Peoples’ International) già nel 2005 aderì e partecipò a una serie di eventi nazionali e internazionali promossi in occasione della Marcia della Pace di quell’anno (se ne legga cliccando qui), non può che guardare con grande attenzione alle iniziative dei prossimi giorni in Umbria, senza mai dimenticare un fatto indiscutibile, ovvero che la metà dei poveri del mondo è costituita da persone con disabilità (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Tavola della Pace, tel. 075 5736890, segreteria@perlapace.it – Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, tel. 075 5722479, info@entilocalipace.it.