L’inclusione ai tempi della crisi

Si rivolge a insegnanti, famiglie, volontari e a tutti coloro che si occupano a vario titolo di inclusione scolastica il convegno che si terrà il 21 maggio a Vigevano (Pavia), nel corso del quale verrà anche presentata una pubblicazione basata sulle domande e i dubbi degli insegnanti della Provincia pavese, con le risposte di una serie di esperti appartenenti a Enti e Associazioni operanti nel settore della scuola e della disabilità

Bimba con disabilità a scuola insieme ad alcune compagneDurante lo scorso anno scolastico, l’Ufficio Scolastico Provinciale di Pavia (USP) ha inviato ai vari istituti un testo guida, costituito dagli ambiti tematici riguardanti il sostegno e l’integrazione degli alunni con disabilità, elaborato con la consulenza tecnica del proprio Gruppo di Lavoro Handicap.
I vari quesiti dei docenti – e in particolare di quelli di sostegno o di quelli curricolari coinvolti nel processo di integrazione – sono stati successivamente raggruppati al fine di facilitare le risposte affidate ad alcuni esperti appartenenti a Enti e Associazioni operanti nel settore della scuola e della disabilità. Il tutto è confluito in una pubblicazione che verrà presentata nel corso del Convegno L’inclusione scolastica a 33 anni dalla Legge 517. Spunti tematici sulla professionalità degli insegnanti, previsto per venerdì 21 maggio a Vigevano, in provincia di Pavia (Auditorium San Dionigi, Piazza Martiri della Liberazione, ore 8.30-13), a cura del locale CTRH (Centro Territoriale Risorse Handicap Roncalli-Castoldi), in collaborazione con lo stesso Ufficio Scolastico Provinciale e con il Comitato “I Lions per… la disabilità” del Distretto Lions 108lb3.
La pubblicazione di cui si è detto andrà in continuità con un primo lavoro presentato nel 2007 a cura del GLIP (Gruppo di Lavoro per l’Integrazione Provinciale) dell’USP pavese, intitolato Guida per i genitori di alunni con bisogni educativi speciali. Opportunità per l’integrazione, che allora aveva avuto le famiglie come destinatarie.

«Dalla Legge 517/77 – spiegano i promotori dell’iniziativa – seguita dalla 104/92, fino alle Linee Guida Ministeriali del 2009 ad oggi, il cammino del processo di inclusione degli alunni e studenti disabili a scuola è stato lungo e articolato. L’attuale stato del processo inclusivo, che ha visto un progressivo passaggio dall’inserimento all’integrazione fino all’inclusione, deve tener conto, oggi, oltre che dei progressi nel frattempo intervenuti nella didattica speciale, anche delle problematiche connesse alla riduzione del numero degli insegnanti dell’ultimo periodo. Questa contrazione impone un’ulteriore professionalizzazione dei docenti, chiamati a ottimizzare le minori risorse a disposizione, per mantenere una qualità dell’integrazione che ha sempre visto la Lombardia e la Provincia di Pavia in particolare all’avanguardia. La qualità dell’intervento inclusivo si muove dunque – oltre che con un’attenzione speciale alle diverse abilità degli alunni e studenti con bisogni educativi speciali – anche sulle professionalità dei docenti coinvolti, curricolari e di sostegno, che in questo processo sono particolarmente sollecitati, dovendo giocarsi su di un territorio complesso costituito da diversi sistemi di riferimento».

Dopo l’apertura dei lavori e i saluti delle autorità, introdurrà la giornata Salvatore Giambruno della Commissione Disabilità del Distretto Lions 108lb3, seguito da Luigi D’Alonzo dell’Università Cattolica (Competenze e professionalità dell’insegnante nel processo inclusivo), Laura Caseria, responsabile dell’Ufficio Sostegno alla Persona dell’USP di Pavia (Bisogni e risorse degli insegnanti nel contesto pavese), Donatella Morra di LEDHA Scuola – Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità (Il ruolo della famiglia nell’inclusione scolastica), Giancarlo Onger dell’USP di Brescia (Normativa e qualità per l’inclusione) e Salvatore Nocera, vicepresidente della FISH – Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap (La qualità danneggiata dal contrasto tra norme e prassi). (S.B.)

Per ulteriori informazioni: CTRH Vigevano e Lomellina IIS Roncalli-Castoldi, tel. 0381 83391, roncast@tin.it, associazioneghan@libero.it.
Stampa questo articolo