- Superando.it - http://www.superando.it -

Un’altra scelta assai discutibile della Manovra Finanziaria

Trasfusione di sangueDopo l’innalzamento dal 74 all’85% della percentuale di invalidità che dà diritto all’assegno mensile di assistenza per le persone con invalidità civile, la Manovra Finanziaria di questi giorni «colpisce i danneggiati da sangue infetto». Lo denuncia Cittadinanzattiva in riferimento all’articolo 11, comma 13 e 14, del Decreto Legge n. 78 del 31 maggio 2010 (Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica), più comunemente noto, appunto, come “Manovra Finanziaria”.

«Il comma 13 dell’articolo 11 – si scrive in una nota – cancella infatti la rivalutazione dell’indennizzo previsto dalla Legge 210/92 per chi abbia contratto l’epatite e/o l’AIDS da emoderivati o da trasfusioni infette: nega cioè che tale prestazione solidaristica sia adeguata al costo della vita. Siamo arrivati, quindi, a “inchiodare” gli importi ai valori di oltre 18 anni fa (la legge è del 1992) e ad affermare che questi cittadini fra qualche anno non percepiranno, di fatto, più alcun indennizzo perché lo stesso sarà completamente eroso dalla svalutazione monetaria».
«Il successivo comma 14 – prosegue poi il comunicato – cancella qualsiasi eventuale Sentenza della Magistratura che, di contro, accertasse il diritto di un singolo alla rivalutazione della somma: dunque ledendo non solo i diritti del cittadino, ma lo stesso Stato di Diritto, poiché il potere esecutivo di fatto annulla qualsiasi decisione giudiziaria in merito».

«Rivolgiamo un appello ai parlamentari e agli opinion leaders – concludono i rappresentanti di Cittadinanzattiva – perché sia cancellato tale emendamento che produrrebbe conseguenze  sciagurate e ingiuste per i cittadini». (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Ufficio Stampa Cittadinanzattiva, stampa@cittadinanzattiva.it.