- Superando.it - http://www.superando.it -

Politiche e servizi per i soggetti deboli nelle Marche

Copertina del libro «I dimenticati»«Il volontariato in Italia, man mano che si è sviluppato, oltre al ruolo di anticipazione di risposte a bisogni emergenti e di integrazione dei servizi esistenti sia pubblici che privati, è andato assumendo anche un ruolo politico di stimolazione delle politiche sociali, di controllo di base delle istituzioni e di tutela dei diritti dei cittadini nei servizi sociali».
Lo scrive don Giovanni Nervo, presidente onorario della Fondazione Zancan, nella prefazione de I dimenticati. Politiche e servizi per i soggetti deboli nelle Marche, la più recente pubblicazione del Gruppo Solidarietà, a proposito della quale aggiunge trattarsi di «un esempio di questo volontariato di advocacy [il termine “advocacy” è genericamente traducibile con “tutela legale”, N.d.R.] che presenta una puntuale analisi critica della programmazione sociale della Regione Marche e che con metodo preciso e documentato mette in evidenza le lacune della stessa». «Un testo utile – conclude don Nervo – ai pubblici amministratori onesti, che possono mancare ai loro doveri anche per impreparazione e non sufficiente competenza; agli operatori sociali, per far rispettare, per quanto sta in loro, i diritti degli utenti; ai sindacati, che non devono tutelare solo i diritti degli operatori, ma anche quelli dei cittadini; e utile a tutti per valutare in modo oggettivo l’operato dei propri amministratori, che scelgono con il loro voto».

Questi i titoli dei capitoli in cui è ripartito l’interessante volume: Programmazione sanitaria e sociosanitaria alla luce della delibera riguardante i criteri per la definizione del fabbisogno sanitario nella regione Marche – Considerazioni in merito sulla ricognizione delle strutture di ricovero per acuti, lungodegenza e riabilitazione residenziali e semiresidenziali della regione Marche (DGR n. 77/2009) Le residenze sanitarie assistenziali per anziani nelle Marche. L’indifferibile regolamentazioneI diritti vanno garantiti. A proposito dell’assistenza sociosanitaria agli anziani non autosufficienti nelle residenze protette della regione Marche Standard, quote sanitarie, quote a carico degli utenti nelle residenze sociosanitarie per anziani non autosufficienti nelle Marche. Le lacunose risposte della RegioneRsa anziani “Anni Azzurri”. Dove sono i forti, dove sono i deboli Le residenze protette per anziani con forme di demenza nelle Marche. Un nuovo serbatoio per la residenzialità psichiatrica?Riguardo alle autorizzazioni di Comunità alloggio per persone con disturbi mentali – Residenzialità permanente per persone con disabilità alla luce della DGR 1299/2009La residenzialità per persone con disabilita’ nelle Marche. Nodi, prospettive, esperienze a confrontoCosa Sandro può aver insegnato ai servizi. (S.B.)

Gruppo Solidarietà, I dimenticati. Politiche e servizi per i soggetti deboli nelle Marche, Castelplanio 2010, 112 pagine, 11.50 euro. Il volume viene offerto dal Gruppo Solidarietà, al prezzo speciale di 15 euro, insieme a Quelli che non contano. Soggetti deboli e politiche sociali nelle Marche del 2007 (se ne legga nel nostro cliccando qui) e a I soggetti deboli nelle politiche sociali della regione Marche del 2003. Per informazioni: Gruppo Solidarietà, tel. 0731 703327, grusol@grusol.it.