- Superando.it - http://www.superando.it -

Alcune buone prassi per il benessere e l’occupabilità

Persona con disabilità psichica al lavoroI percorsi formativi e occupazionali delle persone con disabilità mentale saranno i temi affrontati nel corso di una tavola rotonda denominata Buone prassi per il benessere sociale e l’occupabilità delle persone con disabilità organizzata per venerdì 18 giugno a Catania (Hotel Nettuno, ore 10) dal Dipartimento di Salute Mentale della locale Azienda Sanitaria Provinciale e dalla Regione Sicilia, nell’ambito del Progetto Disability and Social Exclusion (DSE), cofinanziato dalla Commissione Europea.

Durante l’incontro – che verrà presentato dalla coordinatrice del Progetto DSE Isabella Menichini, con il coordinamento di Tommaso Federico e Carmelo Coco – verranno analizzate e valutate alcune iniziative a sostegno dell’inserimento lavorativo delle persone con disabilità mentale, oltre che illustrata una serie di progetti e di buone prassi.
Interverranno Roberto Ortoleva dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania – Interventi di Rete (Modello di Buone Prassi per l’occupabilità delle persone con disabilità mentale); Maria Letizia Di Liberti del Dipartimento Famiglia e Politiche Sociali della Regione Sicilia (La Regione Sicilia e le politiche d’inclusione sociale); Giovanni Paolo Bernini, assessore del Comune di Parma (L’esperienza dell’Agenzia Politiche a favore dei disabili); Alessandra Felice, responsabile dell’Osservatorio Inclusione Sociale dell’ISFOL – Istituto per lo Sviluppo della Formazione dei Lavoratori (Riflessioni e orientamenti sull’inserimento e l’integrazione lavorativa in Italia per persone con disabilità psichica. Il contributo e i risultati del programma Prop.); Raffaele Ciccio, delegato della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) (Inserimento lavorativo delle persone con disabilità psichiatrica. Convenzione Internazionale sui Diritti della persona con disabilità e Legge 68/99); Maria Iannettone e Massimo Carlet della Fondazione Don Gnocchi – CeFOS (Centro Formazione Orientamento e Sviluppo) (Il Progetto MATCH – 10 anni di esperienza nell’applicazione della Legge 68. L’importanza di un sistema condiviso azienda, enti e famiglie nel progettare e mantenere il percorso di inserimento lavorativo); Patrizia mainardi, pedagogista del Centro Studi per l’Integrazione Lavorativa dei Disabili dell’ASL 3 di Genova (Trenta anni di inserimenti lavorativi nel territorio genovese. Procedure validate e percorsi attuali per garantire l’inclusione lavorativa). (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Claudia Caputi, tel. 335 356628, c.caputi@istitutoaffarisociali.it.