HSA Italia: ci si immerge divertendosi e in sicurezza

Dal 26 giugno al 3 luglio è prevista – nello splendido scenario del Parco Nazionale dell’Asinara in Sardegna, Area Marina Protetta – una nuova settimana organizzata da HSA Italia, l’Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili, presente nel nostro Paese da più di venticinque anni e che ha già consentito a oltre seicento persone con diverse disabilità di ottenere brevetti utili a svolgere tali attività

Preparativi all'immersione sull'Isola dell'Asinara (foto di HSA Italia)Sono ormai da alcuni anni che HSA Italia – l’Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili – ha instaurato un proficuo rapporto di collaborazione con il Parco Nazionale dell’Asinara, Area Marina Protetta (se ne legga anche nel nostro sito cliccando qui). In tale contesto, infatti, si susseguono molteplici iniziative e manifestazioni in favore delle persone con disabilità, che oltre a fruire delle strutture dell’isola sarda, hanno soprattutto l’opportunità di andare alla scoperta degli splendidi fondali circostanti.

«Sono eventi – spiegano da HSA Italia – speciali e unici, che esprimono forti momenti di aggregazione e di inclusione sociale, unendo a una piacevole vacanza con tanti amici anche importanti momenti di ricerca». Ricerche, va detto, finalizzate a dare indicazioni ai sub con disabilità per immersioni sempre meno faticose, più divertenti e in contesti sicuri.Sergio Cechet, subacqueo non vedente, effettua prove di lettura subacquea con tabella in braille (foto di HSA Italia) Un équipe composta da esperti tecnici, istruttori e formatori si occupa infatti di monitorare le immersioni, raccogliendo preziose informazioni su tempi, carichi di lavoro, profondità, distanze, consumi individuali e tanto altro ancora. Il tutto con la disponibilità di diverse strumentazioni ed equipaggiamenti – inclusi comunicatori subacquei di ultima generazione – in grado di mettere in comunicazione fra loro i sub non vedenti con i loro compagni d’immersione.

Il prossimo appuntamento con l’evento denominato Tutti al mare. Subacquea e disabilità in Sardegna – Isola dell’Asinara sarà dunque da sabato 26 giugno a sabato 3 luglio, ove ancora una volta HSA Italia affiderà l’iniziativa – oltre che ai propri Istruttori – a uno staff di persone competenti appartenenti alle Associazioni Sub Senza Frontiere e Club Sub Amici del Mare. Saranno presenti anche Francesco Mondini e Aldo Torti, responsabile per il settore “Accessibilità e Diving” il primo, presidente di HSA il secondo, unitamente ai responsabili e allo staff del Parco dell’Asinara.
Crescita delle conoscenze, progresso, solidarietà e un’azione italiana di eccellenza, aperta a tutti a vantaggio della collettività: questo, in poche parole, il significato di un’attività che vede crescere sempre più, nel corso degli anni, le adesioni da parte di persone con disabilità. (S.B.)

HSA Italia
HSA Italia (Handicapped Scuba Association International), no profit e ONLUS, è un’associazione nazionale dedicata specificamente alle attività subacquee e natatorie per le persone disabili, che esiste in Italia da più di venticinque anni e nel mondo, dov’è presente in quarantasette Paesi, da oltre trent’anni.
In questo lungo periodo di attività, ha brevettato più di 1.300 fra Istruttori, guide ed accompagnatori qualificati per l’insegnamento e l’accompagnamento in acqua – e subacqueo – delle persone con disabilità e oltre settecento persone con diverse disabilità hanno ottenuto uno o più brevetti HSA per svolgere questa attività. Un dato, questo, che si riferisce solo ad HSA Italia, senza considerare le cifre riguardanti i brevettati HSA negli altri Paesi.
A livello bibliografico, poi, è importante citare il libro di Aldo Torti, fondatore e presidente di HSA Italia, vale a dire Subacquea & Disabilità. Guida all’immersione per persone disabili (Milano, NADD Europe, 1994), pubblicazione che è il frutto di una vita dedicata alla subacquea e a trovare con altre persone – in particolare disabili – i modi migliori, teorici e pratici, per trasmettere e far capire come si deve praticare questa disciplina, soprattutto divertendosi e in sicurezza. (Francesco Mondini – responsabile per il settore “Accessibilità e Diving” di HSA Italia).

Su HSA Italia, suggeriamo anche la lettura – sempre nel nostro sito – di: Com’è profondo il mare, disponibile cliccando qui. Per ulteriori informazioni: HSA Italia, tel. 02 537299, info@hsaitalia.it.

Stampa questo articolo