Anche quest’anno, a Montesilvano, è spiaggia senza barriere

Ulteriori interventi, infatti, sono stati attuati nel tratto di litorale pubblico della località abruzzese, completamente senza barriere e riservato alle persone con disabilità. L’iniziativa si inserisce in un percorso avviato ormai da tempo per demolire sia le barriere architettoniche che quelle culturali, come testimonia anche la recente inaugurazione di un parco accessibile

La passerella allestita nella spiaggia enza barriere di Montesilvano (Pescara)Era stata presa di mira da alcuni vandali, ma ora è stata ripristinata, con l’attuazione, anzi, di ulteriori interventi per migliorarne l’accessibilità e la fruibilità. E così, per il secondo anno consecutivo, Montesilvano, presso Pescara, dispone di una spiaggia libera per le persone con disabilità, un tratto di litorale pubblico completamente senza barriere.
«Nell’area – spiega infatti Claudio Ferrante, responsabile dell’Ufficio DisAbili Comunale – la passerella cementizia che consente alle persone con difficoltà motorie e ai non vedenti di percorrere agevolmente tutto il tratto di spiaggia fino ad arrivare alla battigia, è stata ampliata e delimitata da quattro palme, due in più della scorsa estate, con quattro tavolini. Sulla spiaggia, poi, sono stati sistemati anche un bagno e delimitati di nuovo con le strisce gialle i due parcheggi riservati ai disabili. Un’ordinanza affissa nei prossimi giorni riserverà la zona solamente alle persone con disabilità». «Da notare poi – aggiunge Ferrante – che su tutto il lungomare sono stati mantenuti gli stessi parcheggi per i disabili il cui numero è pari a trentasei, uno davanti ad ogni stabilimento balneare, ben oltre ciò che la normativa vigente impone».

«Continua il nostro impegno – dichiara il sindaco di Montesilvano Pasquale Cordoma – a favore delle persone con disabilità. Infatti, dopo l’apertura del Parco della Libertà [se ne legga nel nostro sito cliccando qui, N.d.R.] e l’avvio al secondo anno di una spiaggia libera ancora più accessibile e più curata nei dettagli, possiamo dire che siamo a buon punto nella “demolizione” delle barriere culturali, dopo avere abbattuto gradini, costruite rampe, ascensori, scivoli e parchi liberi da ogni ostacolo in difesa del diritto alla mobilità delle persone disabili, degli anziani e dei bambini».
«Avere una città accessibile – sottolinea dal canto suo l’assessore al Demanio Domenico Di Giacomo, che ha seguito l’iter dai lavori condotti da Marco Amadio dell’Ufficio Urbanistica – significa anche promuovere concretamente la cultura del turismo accessibile ed è in questa prospettiva che è nato il  Progetto Mare senza barriere il quale consentirà ai turisti e ai cittadini con disabilità, per il secondo anno consecutivo, di vivere pienamente e in autonomia il mare. Anche quest’anno, tra l’altro, sono stati consegnati i contributi per acquistare le Sedie Job che consentono alle persone con disabilità di fare il bagno in molti stabilimenti balneari». (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Ufficio DisAbili del Comune di Montesilvano, tel. 085 4481522 – 521 – 364, info@ufficiodisabili.it.
Stampa questo articolo