Tanti tappi per tanti sorrisi

Ben 4.500 chili di tappi di plastica, riciclati da una ditta specializzata, hanno consentito di acquistare due sedie “Job” – i noti ausili che consentono alle persone con disabilità di muoversi sulla sabbia e di entrare in mare a fare il bagno – rendendo fruibili a tutti le spiagge di Punta Secca e Sampieri, in Provincia di Ragusa. Il risultato è il frutto di una campagna lanciata dall’ANFFAS di Modica (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) e denominata appunto “Tappi per un sorriso”

Punta Secca, frazione di Santa Croce Camerina e Sampieri, nel Comune di Scicli, sempre in Provincia di Ragusa: sono le altre due spiagge siciliane che d’ora in poi potranno avvalersi di una Sedia Job, il noto ausilio che consente alle persone con disabilità di muoversi sulla sabbia e di entrare in mare a fare il bagno (se ne legga ad esempio, nel nostro sito, il testo intitolato Le sedie JOB possono anche contribuire a cambiare la cultura, disponibile cliccando qui). E il risultato, come già in passato, è stato ottenuto grazie a un’iniziativa dell’ANFFAS di Modica (Associazione Nazionale Famiglie di La consegna di una delle sedie «Job» acquistate grazie alla campagna «Tappi per un sorriso», lanciata dall'ANFFAS di Modica (Ragusa)Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), con la quale hanno collaborato le ANFFAS iblee, lo Studio MarCom e l’Impresa Puccia Giorgio.
Si tratta esattamente della campagna denominata Tappi per un sorriso, consistente finora in una raccolta di ben 4.500 chili di tappi di plastica – riciclati poi dalla Ditta Puccia e il cui ricavato è servito appunto ad acquistare le Sedie Job – attuata grazie all’adesione di sponsor privati, oltre che dei Comuni di Modica, Ispica, Comiso, Ragusa, Santa Croce Camerina, Scicli e Canicattini Bagni e della Provincia Regionale di Ragusa, nonché di scuole, esercizi commerciali e singoli cittadini, che hanno animato la raccolta stessa.

«Un’iniziativa lungimirante – l’ha definita Enzo Scarso, vicesindaco di Modica – che va a colmare le lacune presenti nei nostri lidi, che dovrebbero essere fruibili da parte di tutti. Un progetto, quello dell’ANFFAS modicana, da prendere ad esempio propositivo e concreto anche da parte di altre realtà associative». «È proprio il caso di dire “tanti tappi per tanti sorrisi” – ha dichiarato dal canto suo Maurizio Allù, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Santa Croce Camerina – perché la sedia verrà utilizzata a turno da più persone per cercare di soddisfare le esigenze di tutti». In particolare la Job di Punta Secca sarà custodita da un operatore balneare che provvederà a metterla a disposizione, di volta in volta, a delle famiglie con persone disabili, mentre quella di Sampieri è stata consegnata a uno dei due chalet presenti sull’arenile sciclitano. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: ANFFAS Modica, tel. 0932 762877, info@anffasmodica.it.
Stampa questo articolo