La cecità, l’ipovisione e la lettura

La lettura trattata da molteplici prospettive, ponendo l’attenzione sull’evoluzione e sulle tipologie di libro, sulle tecnologie assistive, sulle metodologie di consultazione, sulle risorse disponibili e sulle modalità di accesso a tali risorse: saranno questi i temi al centro del seminario tematico del 16 settembre a Napoli, rivolto a persone non vedenti, ipovedenti, ma anche ai loro familiari e agli insegnanti di sostegno, incontro curato dall’UNIVOC locale

Mani di persona non vedente che leggono un libro in braille«La lettura – si scrive in una nota dell’UNIVOC di Napoli (Unione Nazionale Italiana Volontari Pro Ciechi) – rappresenta per tutti un fondamentale strumento formativo/informativo, la cui assenza può determinare un limite strutturale sia sul piano cognitivo, sia sul piano educativo. A causa delle ovvie defezioni sensoriali, i non vedenti spesso rinunciano alla parola scritta per forme alternative di comunicazione inadatte a veicolare i medesimi princìpi pedagogici che sono alla base della lettura; e tale problema si ravvisa in maniera ancora più grave durante la fase degli studi, momento decisivo per la crescita e per la formazione personale/professionale».
Si rivolge dunque proprio alle persone non vedenti e ipovedenti, ma anche ai loro familiari e agli insegnati di sostegno delle scuole di ogni ordine e grado, il seminario tematico sulla lettura per i non vedenti e gli ipovedenti, organizzato dalla stessa UNIVOC per giovedì 16 settembre a Napoli (Piazza Dante, 89, ore 15), presso lo Sportello Informiamo-Ci*.

Il workshop centrerà l’argomento della lettura da molteplici prospettive, ponendo l’attenzione sull’evoluzione e sulle tipologie di libro, sulle tecnologie assistive volte alla facilitazione della lettura, sulle metodologie di consultazione, sulle risorse disponibili e sulle modalità d’accesso a tali risorse.
In particolare sono previsti interventi nei settori dell’audio-libro, dei lettori daisy e del servizio del libro parlato; della stampa a caratteri ingranditi, del software e degli ausili per il videoingrandimento; del sistema di scrittura/lettura braille, degli strumenti tradizionali e dei moderni display braille; del libro elettronico, degli screenreader e delle risorse in rete. (S.B.)

*Lo Sportello Informiamo-Ci è al centro dell’omonimo progetto, realizzato nell’ambito dei bandi per la perequazione sociale e tramite i fondi derivanti da un protocollo d’intesa tra fondazioni bancarie e volontariato, da parte dell’UNIVOC Provinciale di Napoli (Unione Nazionale Italiana Volontari Pro Ciechi), insieme al CSV di Napoli (Centro di Servizio per il Volontariato) e in partenariato con l’UIC (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), Legambiente Parco Letterario Vesuvio ONLUS, Arciragazzi Salerno, l’associazione socio culturale napoletana il Bosco ONLUS e la Ludoteca di Aversa (Caserta) Uno monta la luna (se ne legga la presentazione nel nostro sito cliccando qui).

Per ulteriori informazioni: tel. 081 19915172-3, informiamocina@univocdinapoli.org.
Stampa questo articolo