Si diffonde sempre più il wheelchair hockey, nell’anno dei Mondiali in Italia

Disciplina che si è diffusa in Italia nell’ambito della UILDM (Unione Italiana Lotta per la Distrofia Muscolare), il wheelchair hockey (hockey su carrozzina elettronica) si rivolge alle persone con una grave disabilità fisico-motoria e in questi anni ha visto crescere continuamente il numero dei praticanti e degli appassionati. Il 26 settembre, a Pavia, verrà presentato ad esempio un progetto per far nascere anche nella città lombarda una nuova squadra. E il tutto nell’anno che vedrà i Campionati Mondiali svolgersi proprio in Italia, dal 1° al 7 novembre, a Lignano Sabbiadoro (Udine)

2008: esulta la Nazionale Azzurra per il terzo posto ai Campionati Europei in Belgio (foto di ICEWH)Domenica 26 settembre, a Pavia (Castello Visconteo, Piazza Castello), è prevista la manifestazione Sport Exhibition, organizzata dalle locali Consulte per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche e del Volontariato, in collaborazione con il CONI, per promuovere lo sport anche come attività di integrazione e di avvicinamento al mondo del volontariato.

In occasione di questa importante iniziativa – nell’ambito del convegno denominato Il volontariato nello sport per le persone disabili – la UILDM di Pavia (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) presenterà il proprio progetto volto a far nascere anche nella città e nella provincia pavese una squadra di wheelchair hockey (hockey su carrozzina elettronica), sport che si è diffuso in Italia proprio nell’ambito della UILDM e che si rivolge alle persone con una grave disabilità fisico-motoria (se ne legga una scheda nel nostro sito cliccando qui).
«Infatti – spiegano dall’associazione pavese – molti ragazzi che fino ad ora erano stati solo “marginalmente” interessati alle attività associative hanno trovato in questa proposta un buon modo per entrare a pieno regime a far parte dell’Associazione. Per ora, lo scopo primario del progetto Hockey a Pavia è quello di far divertire chi partecipa, l’iscrizione al Campionato Nazionale FIWH (Federazione Italiana Wheelchair Hockey) avverrà probabilmente l’anno prossimo. In questo senso è stata molto importante la collaborazione che abbiamo stretto con Samantha Pavesi, studentessa di Scienze Motorie dell’Università di Pavia, che ha svolto il tirocinio presso la nostra Associazione e benché non conoscesse questo sport, un po’ alla volta se n’è appassionata, dando un importante contributo allo sviluppo del progetto. Confidiamo molto, quindi, in una manifestazione di così ampio respiro, per interessare tutta la cittadinanza a uno sport davvero per tutti».

Uno sport, tra l’altro, che vivrà il suo massimo appuntamento internazionale tra poco meno di due mesi proprio in Italia, con i Campionati Mondiali di Lignano Sabbiadoro (Udine), dal 1° al 7 novembre, ai quali la Nazionale Italiana (medaglia di bronzo uscente) si presenterà tra le favorite del pronostico.
Tornando all’evento del 26 settembre a Pavia, la giornata (ore 15) sarà aperta dai saluti delle autorità e dalla presentazione del presidente della Consulta del Volontariato Anna Castoldi. Sono previsti poi gli interventi di Mauro Pozzi, delegato provinciale del CIP (Comitato Italiano Paralimpico), Tiziana Favini ed Enrico Ventura dell’AIPD di Pavia (Associazione Italiana Persone Down), Enrico Falerni dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Special Team ’87 Pavia, Marco Filippazzi della Polisportiva Milanese Sport Disabili, Loris Pizzuto della Elix Calcio, Maria Elena Rondi dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Sogni e Cavalli e Fabio Pirastu, consigliere nazionale UILDM, tuttora attivo nella Sezione Provinciale di Pavia, che affronterà il tema Wheelchair Hockey: tutti, ma proprio tutti, in campo.
Chiuderanno il pomeriggio alcune dimostrazioni pratiche di equitazione, wheelchair hockey, calcio e basket, con un intervento del presidente del CIP Lombardia Pierangelo Santelli. (C.N.)

Per ulteriori informazioni: UILDM di Pavia, tel. 0382 538572, uildm.pavia@libero.it.
Stampa questo articolo