È spettacolare, è appassionante: è l’ice sledge hockey

Sarà una bella occasione di visibilità – per l’ice sledge hockey – la doppia amichevole dimostrativa tra la Nazionale italiana e quella tedesca, partite che si giocheranno in Austria, a Villach e a Klagenfurt, il 1° e il 3 ottobre. I match, infatti, si svolgeranno in concomitanze con le partite di hockey su ghiaccio della Serie A austriaca, con una presenza attesa di circa 4.000 spettatori. L’evento coinciderà anche con il ritorno sul ghiaccio degli Azzurri, dopo i progressi dimostrati alle Paralimpiadi Invernali di Vancouver, in Canada

La Nazionale italiana durante la partita di ice sledge hockey contro la Svezia, alle Paralimpiadi Invernali Vancouver, in Canada, nel febbraio di quest'annoDisciplina le cui origini si fanno risalire tra la metà e la fine degli anni Sessanta del Novecento, l’ice sledge hockey, o hockey su slitta (se ne legga nel nostro sito un’approfondita scheda, cliccando qui), si sviluppò inizialmente in Scandinavia, tra Svezia e Norvegia, diffondendosi succesivamente anche in Gran Bretagna e Canada e, in tempi più recenti anche nel nostro Paese.

I primi campioni d’Italia – nel marzo del 2005 – sono stati i piemontesi Tori Seduti ed è proprio grazie alla segnalazione di un noto componente di quella squadra, Gregory “Greg” Leperdi, che possiamo informare i lettori di una doppia partita amichevole dimostrativa della Nazionale italiana – di cui Leperdi è componente – con la Nazionale tedesca, a Villach (venerdì 1° ottobre, ore 22) e a Klagenfurt (domenica 3 ottobre, ore 15), entrambe località dell’Austria, non lontane dal confine con l’Italia.
Particolare il contesto prescelto, che potrà senz’altro fornire all’ice sledge hockey una bella occasione di visibilità: si giocherà infatti in concomitanza con le partite delle locali squadre di Serie A di hockey su ghiaccio, con una presenza attesa di circa 4.000 spettatori.

Per il dettaglio dell’evento, riprendiamo quanto scritto nel sito dei Tori Seduti: «A distanza di sei mesi gli azzurri dello Sledge Hockey tornano sul ghiaccio. Alle Paralimpiadi Invernali di Vancouver dello scorso febbraio, i giocatori italiani evidenziarono i notevoli progressi ottenuti nei quattro anni trascorsi da Torino 2006. Nonostante un bugiardo settimo posto, i ragazzi di coach Massimo Da Rin seppero conquistarsi l’ammirazione di chi li seguì sia in Canada che in Italia. In attesa che venga concluso il passaggio di consegne dal CIP [Comitato Italiano Paralimpico, N.d.R.] alla FISG [Federazione Italiana Sport Ghiaccio, N.d.R.], la quale da ottobre gestirà il movimento, i giocatori della rappresentativa italiana hanno organizzato una doppia amichevole dimostrativa contro la Germania a Villach (Austria). Il primo incontro, quello del 1° ottobre, sarà preceduto, durante il secondo intervallo della gara di EBEL Villach-Linz, da una breve dimostrazione con un portiere e due giocatori di movimento per squadra; in questa occasione lo speaker illustrerà agli spettatori le regole dello sledge hockey».

«Una grande opportunità, dunque – commenta Greg Leperdi – per promuovere la nostra appassionante disciplina in Austria, oltre che, naturalmente, per diffonderla ancor di più nel nostro Paese». (S.B.)

Per ulteriori informazioni: info@toriseduti.org.
Stampa questo articolo