L’invasione degli altri corpi

È questo l’originale ed efficace titolo scelto per il seminario dedicato all’accessibilità delle persone con disabilità a teatri, cinema, musei e altri spazi culturali, che si svolgerà a Torino, il 2 ottobre, nell’ambito di “ArtLab 10 – Dialoghi intorno al management culturale”, progetto della Fondazione Fitzcarraldo, giunto alla sua quinta edizione

Venerdì 1 e sabato 2 ottobre vi sarà a Torino (Casa del Teatro Ragazzi e Giovani), la manifestazione ArtLab 10 – Dialoghi intorno al management culturale, progetto giunto alla sua quinta edizione e promosso nel 2006 dalla Fondazione Fitzcarraldo, per dare vita a uno “spazio neutro” di confronto di esperienze, di ascolto reciproco e di elaborazione di ipotesi di lavoro sui temi delle politiche, dell’economia e del management culturale.
Persona con disabilità in visita a un museo insieme a un accompagnatoreEbbene, tra gli argomenti in primo piano per l’edizione del 2010, vi sarà anche quello dell’accessibilità cui verrà dedicato – sabato 2 ottobre (ore 10-13.30) – il seminario intitolato L’invasione degli altri corpi. Accessibilità delle persone con disabilità alla programmazione di teatri, cinema, musei e spazi culturali.

«Riconoscere alle tante persone con disabilità del nostro Paese – spiegano i promotori dell’iniziativa – il pieno accesso ai luoghi d’arte e di cultura deve diventare un obiettivo prioritario per gli operatori culturali, gli enti pubblici, i privati e le associazioni, nonostante le contrazioni della spesa pubblica. Questo potrebbe inoltre aprire scenari interessanti anche nel senso di un allargamento dei pubblici e quindi della domanda di cultura».
Il seminario esplorerà dunque – attraverso l’analisi di alcuni progetti già realizzati e la partecipazione di operatori culturali e associazioni di persone con disabilità – le modalità e i margini di azione per rendere accessibili spazi e programmazioni culturali.
Nello specifico la discussione si orienterà su criticità e soluzioni possibili, quali i limiti e gli ostacoli “reali” ad attrezzare e a rendere pienamente accessibile, in misura permanente, un’offerta culturale per diversi tipi di disabilità: timori e ignoranza dei fenomeni; eventuali resistenze di ordine culturale oppure legate al profilo e alle abitudini di fruizione di determinate istituzioni (ad esempio sale teatrali o da concerto, cinema ecc.).
Ci si soffermerà inoltre sulle difficoltà rintracciabili nel passare da iniziative sporadiche all’infrastrutturazione permanente dei luoghi e degli eventi della cultura per persone con disabilità sensoriali, oltre che sui costi effettivi per attrezzare un’offerta permanente e su vasta scala.
Verrà infine proposta un’analisi degli ostacoli “di percorso”, ovvero di ciò che interviene prima dell’accesso ai luoghi della cultura e che impedisce, ad esempio, l’accessibilità delle informazioni o l’adeguamento alle esigenze delle persone con disabilità, riguardanti orari, trasporti, mobilità, relazioni e la complessiva gestione del corpo. In tal senso si parlerà delle soluzioni possibili per abbattere tali ostacoli e anche del coinvolgimento delle stesse persone con disabilità nella progettazione e nella verifica delle soluzioni.

Moderato da Fabio Levi di Tactile Vision, l’incontro sarà introdotto da Fabrizio Vescovo, architetto, direttore del Corso Postlaurea Progettare per tutti all’Università La Sapienza di Roma e consulente del Ministero per i Beni e le Attività Culturali nella redazione delle Linee Guida per il Superamento delle Barriere Architettoniche nei Luoghi di Interesse Culturale. Interverranno inoltre Laura Raffaeli dell’Associazione Blindsight Project, referente per l’accessibilità al pubblico non vedente del RomaFictionFest e del Festival Internazionale del Film di Roma (se ne legga nel nostro sito cliccando qui); Barbara Marsala, presidente dell’Associazione Isiviù di Messina e responsabile del servizio di audiodescrizione per non vedenti del Teatro Vittorio Emanuele nella medesima città siciliana; Silvia Varetto del Consorzio La Venaria Reale di Venaria (Torino); un rappresentante della CPD (Consulta per le Persone in Difficoltà) di Torino. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Fondazione Fitzcarraldo di Torino, tel. 011 5099317 (Laura Cherchi, laura.cherchi@fitzcarraldo.it); tel. 011 5099247 (Ivana Bosso, ivana.bosso@fitzcarraldo.it).
Stampa questo articolo