La rotta è quella giusta, per Lo Spirito di Stella

70 giornate di attività velica e 700 partecipanti, tra persone con disabilità, fisioterapisti e accompagnatori, oltre a 1.000 contatti già superati per il profilo Facebook: sono i numeri di “Spirito Libero 2010”, l’attività velica gratuita per persone con disabilità a bordo del primo catamarano al mondo senza barriere – Lo Spirito di Stella – voluto e creato da Andrea Stella, fondatore anche dell’omonima Associazione. E nell’ultima tappa di Genova anche l’onore di ospitare a bordo il grande skipper Pietro D’Alì

Una delle giornate di «Spirito Libero» a GenovaÈ andato dunque anche quest’anno felicemente in archivio Spirito Libero, l’attività velica gratuita per persone con disabilità a bordo del primo catamarano al mondo senza barriere – Lo Spirito di Stella – voluto e creato da Andrea Stella, fondatore anche dell’omonima Associazione. L’ultima tappa, infatti, è stata ospitata nei giorni dal 4 al 10 ottobre dal Porto Antico di Genova, dove Lo Spirito di Stella ha accolto a bordo gli amici della Liguria e non solo. Infatti, sono state tantissime le persone che hanno chiesto di provare questa esperienza.
Con grande piacere, poi, il catamarano ha avuto l’onore di ospitare anche il grande skipper Pietro D’Alì, unico velista italiano che ha partecipato al Giro del Mondo, alle Olimpiadi, alla Finale di Coppa America e unico italiano nella storia a vincere una tappa alla Solitaire du Figaro. D’Alì, in particolare, ha contattato l’Associazione per esaudire il desiderio del padre che oggi si trova in carrozzina.

«In quest’ultima tappa – racconta Andrea Stella – abbiamo ospitato a bordo uno dei miei miti, Pietro D’Ali. Ci ha dato una grande soddisfazione esaudire il sogno di suo padre Gabriele, grande architetto e velista ora in carrozzina, di tornare a veleggiare. È letteralmente rinato! Un’immagine, questa, che chiude e sigilla un anno bellissimo, un anno in cui ho ricevuto tanto, ho conosciuto storie complicate e difficili, ma anche piene di umanità, energia e gioia. Vorrei ringraziare gli sponsor che ci hanno permesso di realizzare questa iniziativa e tutti i nostri amici che, con sostegno costante, ci fanno capire che la rotta è quella giusta!».
Partito da Jesolo (Venezia), nel maggio scorso, Spirito Libero ha fatto tappa a Rimini, Porto San Giorgio (Fermo), Pescara, Taranto, Augusta (Siracusa), Alghero (Sassari), la Spezia e Genova. Queste le cifre: 70 giornate di attività velica e 700 partecipanti, tra persone con disabilità, fisioterapisti e accompagnatori. E grande soddisfazione sta dando anche il profilo Facebook che in pochi mesi ha superato i 1.000 contatti.

Per quanto poi riguarda l’Associazione Lo Spirito di Stella, da segnalare che – a conclusione del tour – anche quest’anno essa ha organizzato alcune prove auto gratuite con i pazienti dell’Unità Spinale di Vicenza. I partecipanti hanno avuto modo di rimettersi al volante supportati dagli istruttori, per provare le auto adattate messe a disposizione da Volkswagen Mobility, con la collaborazione di Pianeta Mobilità, Associazione Autoscuole Provincia di Vicenza, Officina Internazionale, ANGLAT (Associazione Nazionale Guida Legislazione Andicappati Trasporti) e Consorzio ASA (Autoscuole Associate).
Il 14 ottobre, infine, all’autodromo di Monza, Andrea Stella ha partecipato come testimonial al Mobility Emotion Day, evento organizzato da Volkswagen Mobility, che ha consentito ad alcune persone con disabilità di provare gratuitamente su pista le vetture appositamente allestite. (S.B.)

In riferimento a Spirito Libero 2010, il nostro sito ha pubblicato anche i seguenti articoli:
– Anche quest’anno è partito «Spirito Libero» (cliccare qui)
– A Taranto uno spettacolare «Spirito di Squadra» (cliccare qui)
– «Spirito Libero» arriva alla Spezia (cliccare qui)

Per ulteriori informazioni: Associazione Lo Spirito di Stella (Serena Bonan), tel. 347 1369907 (ore 14.30-18.30), lospiritodistella@lospiritodistella.it.

Stampa questo articolo