Quando si parla di accessibilità in un’oasi naturalistica e storica

Accadrà il 5 novembre a Bussi sul Tirino (Pescara), con il convegno denominato “Accessibilità turistica nella Valle del Tirino”, dedicato a una delle zone più belle dell’Appennino abruzzese. E a caratterizzare l’incontro dal punto di vista dell’accessibilità universale e del turismo aperto a tutti, sarà la UILDM di Pescara (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), che ha collaborato all’organizzazione dell’incontro

Il Guerriero di Capestrano, rinvenuto nella Valle del Tirino e conservato nel Museo Archeologico Nazionale d'Abruzzo di Chieti, è una delle statue più famose ed enigmatiche dell'antica cultura italica La Valle del Tirino, in Abruzzo, è formata dall’omonimo fiume, che per valenza naturalistica è sicuramente il più importante del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Il distretto – che interessa i Comuni di Bussi sul Tirino (Pescara), Capestrano, Ofena e Villa Santa Lucia (questi ultimi tre in provincia dell’Aquila) – si estende sul versante meridionale del Gran Sasso, con l’ampia conca di Ofena, affacciandosi su Capestrano verso i contrafforti montuosi.
Vero e proprio “regno delle acque”, la valle costituisce un ambiente unico in quota, ove le temperature mediterranee favoriscono un particolare microclima, che consente tra l’altro produzioni di vino molto pregiate. Proprio nella Valle del Tirino è stato rinvenuto il Guerriero di Capestrano, scultura in pietra calcarea del VI secolo avanti Cristo, vale a dire la statua più famosa ed enigmatica della cultura italica.

È su questo sfondo che per venerdì 5 novembre, la Cooperativa Sociale Il Bosso – in collaborazione con la UILDM di Pescara (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) e con il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga – ha organizzato a Bussi sul Tirino (Centro Visite Fiume Tirino, ore 17.30) il convegno denominato Accessibilità turistica nella Valle del Tirino.
Aperto da Cristian Moscone della Cooperativa Il Bosso (Percorsi turistici nella Valle del Tirino) e da Camillo Gelsumini, presidente della UILDM di Pescara e responsabile dello Sportello Provinciale Disabilità e Accessibilità (Accessibilità universale. Turismo accessibile), l’incontro proseguirà con un dibattito alla presenza di numerosi referenti istituzionali e del settore turistico.
A seguire, la presentazione di A contar camosci sulla Conca del Sambuco. Biodiversità e buone pratiche nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, volume dato alle stampe da Marcello Maranella, direttore del parco ospitante. (S.B.)

La locandina della giornata è disponibile cliccando qui. Per ulteriori informazioni: Cooperativa Sociale Il Bosso di Bussi sul Tirino (Pescara), tel. 085 9808009, info@ilbosso.com.
Stampa questo articolo