- Superando.it - http://www.superando.it -

La grande sfida della «metamorfosi»

La compagnia teatrale bolognese degli Amici di Luca, composta da persone con esiti di coma, operatori e volontariGli Amici di Luca – la nota associazione bolognese impegnata sul fronte del coma e degli stati vegetativi – sarà presente mercoledì 10 novembre a Rimini (Palacongressi, ore 17.30), con lo spettacolo teatrale Metamorfosi, diretto da Antonio Viganò, nell’ambito del convegno denominato Dall’assistenza in area critica all’assistenza primaria, una continuità che ristruttura il sistema per la salute, riequilibra la valenza fra il curare e l’assistere, garantisce le persone anche nella cronicità, promosso dall’ANIARTI (Associazione Nazionale Infermieri di Area Critica).
Un convegno, va detto, dedicato ancora una volta dall’ANIARTI a temi che anticipano la riflessione sul futuro, ovvero un’assistenza infermieristica catalizzatrice di una nuova mentalità sanitaria, visione, questa, che non esclude contesti di vita non strutturati, ma che include e valorizza i fattori della “normalità” come elementi della salute possibile.

«Siamo molto incuriositi dall’essere per la prima volta davanti ad operatori sanitari – dichiara Fulvio De Nigris dell’Associazione Gli Amici di Luca, direttore del Centro Studi per la Ricerca sul Coma presso la Casa dei Risvegli Luca De Nigris – in un percorso che riguarda l’alleanza terapeutica che quotidianamente perseguiamo. Presenteremo Metamorfosi, sesto spettacolo della nostra Compagnia Gli Amici di Luca, per ribadire il valore terapeutico del teatro, inteso come strumento di un percorso di integrazione e risocializzazione. Il lavoro che portiamo avanti nella Casa dei Risvegli Luca De Nigris, centro pubblico di eccellenza dell’Azienda USL di Bologna, è importante e caratterizza un’esperienza unica nel suo genere e fortemente innovativa. Ma i luoghi di riabilitazione non terminano il loro compito nel momento in cui le persone dimesse rientrano al domicilio e ricominciano a tessere il filo spezzato con la propria vita. Lì, infatti, comincia la grande sfida delle famiglie che si ritrovano a dover ricostruire, a combattere contro la solitudine, le problematiche relative agli aspetti assistenziali, economici e sociali».
«Far ritornare le persone in una dimensione sociale e in uno stile di vita condiviso – conclude De Nigris – è qualcosa che, attraverso anche il teatro, è possibile compiere: nel contatto, nell’applauso sulla scena, nell’incontro con un pubblico formato da giovani e da una cittadinanza che attivamente vuole accogliere, accompagnare e condividere l’esperienza e i bisogni delle persone colpite da un trauma o da un qualsiasi imprevisto che li ha portati ad attraversare il coma. Per noi è un dovere non lasciarli soli, cercare il più possibile di essere presenti e combattere l’impotenza di chi quotidianamente convive con la malattia. Anche per questo l’associazione Gli Amici di Luca ha attivato il progetto Dopo… di nuovo, per accompagnare al domicilio le persone dimesse».

«Metamorfosi – spiega il regista dello spettacolo Antonio Viganò – non è solo il titolo della rappresentazione, ma è il tema di un percorso lungo quasi un anno. Nel lavoro mostriamo le riflessioni e le interrogazioni che il testo classico di Kafka ci ha suggerito, insieme alle risposte e alle nuove domande che gli attori hanno avuto e restituito, producendo parole, scritti, movimenti e gesti. Incontriamo il pubblico per mostrare loro grumi di emozioni, bolle drammaturgiche, pezzi isolati di un puzzle non ancora completamente assemblato. Un lavoro su vari testi che con Stefano Masotti [aiutoregista, N.d.R.] abbiamo usato, rivisitato, ricostruito, smontato e rimontato. Cerchiamo non solo di interrogare noi stessi, ma intere città, territori ampi con le loro varie espressioni artistiche, i suoi uomini di cultura, letterati, artisti, affinché ci regalino come loro vedono, interpretano, si immaginano questo tema così grande che si chiama “metamorfosi”».

Formata da persone con esiti di coma, operatori e volontari, la Compagnia Teatrale Gli Amici di Luca (della quale Superando si è già molte volte occupato, curando a suo tempo anche un ampio approfondimento, raggiungibile cliccando qui) è nata a Bologna nel maggio del 2003, nel laboratorio espressivo permanente creato dall’Associazione Gli Amici di Luca, all’interno della Casa dei Risvegli Luca De Nigris, con l’obiettivo di utilizzare il teatro come strumento di riabilitazione e integrazione sociale.
Metamorfosi (2009) è il sesto spettacolo realizzato dalla Compagnia, dopo Sonno muto (2003), Qualcosa è cambiato (2004), Esiti (2006), La partenza degli arrivi. Nulla di ciò che sembra è… (2006) e Ritorno (2007), portato in tournée, quest’ultimo, fino al febbraio di quest’anno.

Da segnalare infine che in questi giorni, presso il Dipartimento di Musica e Spettacolo dell’Università di Bologna, uno dei componenti della Compagnia – Dimitri Campanella – ha discusso la sua tesi di laurea, dedicata proprio a Metamorfosi. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Gli Amici di Luca, tel. 051 6494570 – 335 6535122, amicidiluca@tin.it.