Diversitalavoro cerca talenti cui offrire pari opportunità

Nato nel 2008 e con importanti risultati già ottenuti nelle edizioni precedenti, il progetto Diversitalavoro – promosso dal Dipartimento della Presidenza del Consiglio UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), insieme alla Fondazione Sodalitas, a Synesis Career Service e alla Fondazione Adecco per le Pari Opportunità – si propone di facilitare l’inserimento lavorativo di laureati e diplomati con disabilità o di origine straniera, coinvolgendo aziende e istituzioni sensibili ai valori della diversità e dell’inclusione sociale. La quinta edizione dell’iniziativa sarà a Roma, il 18 novembre, e dopo gli incontri con tutti i candidati selezionati, è previsto anche un convegno sul tema “‘Diversi’ luoghi di lavoro”

Uomo in carrozzina lavora al computer. Vicina una donna non disabile«Cerchiamo talenti cui offrire pari opportunità nel mondo del lavoro»: è questo il motto di  Diversitalavoro, progetto nato nel 2008, che si propone in particolare di facilitare l’inserimento lavorativo di laureati e diplomati con disabilità o di origine straniera, coinvolgendo aziende e istituzioni sensibili ai valori della diversità e dell’inclusione sociale.
Promosso dal Dipartimento della Presidenza del Consiglio UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali), insieme alla Fondazione Sodalitas, a Synesis Career Service e alla Fondazione Adecco per le Pari Opportunità, Diversitalavoro arriverà giovedì 18 novembre, a Roma (Sede BNL, Via Crescenzo del Monte, 27, ore 10-17) alla sua quinta edizione.

«La sostenibilità di un’impresa – dichiara Ugo Castellano, consigliere delegato di Sodalitas – si misura anche dalla capacità di offrire posti e opportunità di lavoro per tutti. Le imprese che fanno parte della Fondazione Sodalitas sono fortemente impegnate sul fronte dell’occupabilità, così come diversi sono i progetti volti a promuovere le pari opportunità sul lavoro promossi dalla Fondazione stessa: oltre a Diversitalavoro, ricordiamo ad esempio la Carta per le Pari Opportunità e l’Uguaglianza sul Lavoro, lanciata il 5 ottobre 2009 e ad oggi già sottoscritta da ottanta imprese che danno lavoro ad oltre seicentomila persone».

Evento gratuito che negli anni ha riscosso una notevole partecipazione di utenti e ha aiutato molte persone con disabilità e di origine straniera a inserirsi in contesti lavorativi nazionali e internazionali, Diversitalavoro ha potuto finora contare – in tutte le sue edizioni – sull’adesione di trentadue aziende (tra le quali, ad esempio, Allianz, BNL Gruppo BNP Paribas, IBM, Leroy Merlin, L’Oreal Italia, Microsoft, Telecom Italia e Vodafone). Trecentotrenta le offerte di lavoro presentate agli utenti nelle varie edizioni (esclusa quella in corso), riguardanti vari settori e coinvolgendo quasi tutte le Regioni italiane.
Sempre nella giornata di Roma del 18 novembre – dopo gli incontri con tutti i candidati selezionati – è previsto anche (ore 15-17) il convegno denominato “Diversi” luoghi di lavoro. Buone prassi e strategie di intervento per l’accesso al lavoro delle persone: di origine straniera, con disabilità e transessuali. (S.B.)

All’interno del sito dedicato www.diversitalavoro.it sono disponibili tutte le indicazioni più utili sul progetto. Per ulteriori informazioni: Fondazione Sodalitas (Maddalena Cassuoli), tel. 02 86460236, maddalena.cassuoli@sodalitas.it.
Stampa questo articolo