Anche i documenti devono essere accessibili

Molto si è parlato, in questi anni, di accessibilità del web e segnatamente dei siti delle Pubbliche Amministrazioni. Ancora troppo sottovalutata, invece, è l’importanza che riveste l’accessibilità dei documenti elettronici pubblicati nello stesso web. Se è vero infatti che è importante avere un sito accessibile, è altrettanto necessario che pure i documenti in esso pubblicati siano accessibili. Se ne parlerà nel corso di uno specifico laboratorio, il 26 novembre a Bologna, all’interno di HANDImatica 2010, la mostra-convegno sulle tecnologie per la disabilità

Tre video di computer affiancatiUn’iniziativa a carattere gratuito e formativo in ambito informatico – e più precisamente di accessibilità dei documenti elettronici – si terrà in occasione di HANDImatica 2010, la mostra-convegno sulle tecnologie per la disabilità, in programma dal 25 al 27 novembre a Bologna presso l’Istituto e la Fondazione Aldini Valeriani-Sirani (Via Sario Bassanelli, 9, ingresso libero) [se ne legga nel nostro sito una presentazione generale, cliccando qui, N.d.R.].

In questi anni si è parlato molto di accessibilità del web, data anche la normativa vigente in Italia dal 2004 (Legge 4/04) che obbliga i siti internet della Pubblica Amministrazione ad essere accessibili, abbattendo così le barriere digitali che precludono l’accesso delle persone disabili che adoperano tecnologie assistive.
Ancora troppo sottovalutata, invece, è l’importanza che riveste l’accessibilità dei documenti elettronici pubblicati nel web. Se è vero infatti che è importante avere un sito accessibile, è altrettanto necessario che i documenti in esso pubblicati siano pure accessibili.
Dato dunque che il formato più diffuso per distribuire documenti digitali è il PDF e posto che per l’accessibilità di tale formato occorre generalmente essere provvisti del noto software Adobe Acrobat, che molte Pubbliche Amministrazioni non possono permettersi a causa degli elevati costi di licenza (con un impegno economico che diventa ancor più considerevole se si aggiungono i costi per il pacchetto MS Office), il Laboratorio GYK-“Generare PDF accessibili in modo accessibile” si propone di illustrare le possibilità attualmente offerte al riguardo dal cosiddetto “software aperto”, fornendo così – là dove possibile – un’utile alternativa all’impiego di costose soluzioni proprietarie che, se pur certamente più complete, risultano non sempre alla portata di tutte le realtà pubbliche, ma anche private.

Il laboratorio – ospitato dalla Fondazione ASPHI (Avviamento e Sviluppo di Progetti per Ridurre l’Handicap mediante l’Informatica), organizzatrice di HANDImatica, all’interno dell’iniziativa GYK “Give Your Knowledge” – è promosso in collaborazione con la comunità tematica sulla E-Inclusion della Regione Emilia Romagna e sarà condotto da chi scrive venerdì 26 novembre (ore 11.30-12.45), all’interno appunto della grande mostra-convegno bolognese.
L’iniziativa si rivolge in generale a coloro che per vari motivi necessitano di produrre documenti digitali da distribuire o pubblicare in siti web, ovvero a chi voglia imparare a creare documenti con contenuti strutturati semanticamente e quindi accessibili. In particolare ci si rivolge ai componenti di redazioni, operatori della comunicazione, alle Pubbliche Amministrazioni e ai redattori che lavorano alla pubblicazione dei contenuti sui siti web istituzionali, ma anche a tutti i restanti dipendenti pubblici che nel proprio lavoro necessitano di produrre documenti destinati ad essere divulgati in formato elettronico.
Inoltre, sebbene il corso sia finalizzato a fornire le conoscenze di base per la produzione di documenti PDF accessibili, risulta in realtà utile anche ad apprendere come strutturare semanticamente qualsiasi documento elettronico nei formati DOC, RTF e ODT e pertanto non si limita esclusivamente al formato PDF.
Infine, il corso può risultare utile anche al personale tecnico-informatico che volesse approfondire le diverse possibilità offerte attualmente in termini di software disponibile per la produzione di documenti PDF accessibili.

Per ulteriori informazioni (e per le modalità di iscrizione), cliccare qui.

Alla presentazione generale di HANDImatica 2010, il nostro sito ha dedicato i seguenti testi:
– HANDImatica 2010: la responsabilità e l’autonomia (cliccare qui)
– Sta per aprire HANDImatica 2010 e ci sarà anche un videogame accessibile (cliccare qui)
Ad alcuni eventi specifici delle manifestazione, abbiamo invece dedicato i seguenti testi:
– I robot al servizio dell’inclusione e dell’autonomia (cliccare qui)
– Per calarsi nei panni di chi ha difficoltà visive o uditive (cliccare qui)
– A HANDImatica 2010 anche un film tutto accessibile (cliccare qui)
– Bologna, una per tutti (cliccare qui)

Il programma completo di HANDImatica 2010 è disponibile cliccando qui. Per ulteriori informazioni: Fondazione ASPHI ONLUS, tel. 051 277823-5, handimatica@asphi.it; Ufficio Stampa Agenda, tel. 051 330155, ufficiostampa@agendanet.it.

Stampa questo articolo