Le tecnologie di oggi e domani a HANDImatica 2010

Le tecnologie più avanzate, sempre pensando all’usabilità e all’accessibilità da parte delle persone con esigenze speciali, ma anche scuola, lavoro, sport e tempo libero: saranno questi i “piatti forti” della seconda giornata di HANDImatica 2010, la mostra-convegno sulla tecnologia e l’autonomia delle persone con disabilità, in corso di svolgimento a Bologna, che ha potuto contare, durante la prima giornata, anche sulla visita di Romano Prodi

Romano Prodi in visita alla prima giornata di HANDImatica 2010Ci saranno le tecnologie di oggi e di domani, in tutti gli ambiti della vita, al centro dell’incontro che venerdì 26 novembre (ore 10) aprirà  la seconda giornata di HANDImatica 2010, la mostra-convegno sulla tecnologia e l’autonomia delle persone con disabilità, in corso di svolgimento a Bologna (Istituto e Fondazione Aldini Valeriani-Sirani, Via Sario Bassanelli, 9, ingresso libero). Infatti, con gli interventi di Pierluigi Ridolfi dell’Università di Bologna, di Matteo Decina del Politecnico di Milano, di Gianluca Mazzini dell’Università di Ferrara, di Fabio Paternò, direttore del Laboratorio di Human Interfaces del CNR di Pisa e di Sergio Duretti del Centro di Innovazione e Ricerca del CSP (Centro Studi Professionali) di Torino, si farà il punto sugli ultimi sviluppi della ricerca scientifica e sulle tecnologie per migliorare la qualità della vita dei disabili nello studio e nel lavoro, a casa e nel tempo libero.
Grande rilievo, quindi, al wireless e al mobile, al web, al cloud computing, alla banda larga e alle interfacce, attuali e possibili, dei sistemi di comunicazione digitale, con particolare attenzione alle tematiche dell’usabilità e dell’accessibilità da parte delle persone con esigenze speciali.

La giornata di HANDImatica sarà arricchita poi da seminari sugli e-book [libri elettronici, N.d.R.] e la scuola digitale, sulle tecnologie per l’integrazione lavorativa dei disabili e sugli ausili per l’ipovisione. Nel pomeriggio un convegno sarà anche dedicato all’ICF, l’International Classification of Functioning, Health and Disability (“Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Salute e della Disabilità”), definito nel 2001 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e che associa lo stato di salute di una persona al contesto e alla partecipazione alla vita sociale.
Nel seminario Ci vorrebbero i sottotitoli!, invece, saranno presentati i risultati del progetto europeo Net4Voice, una sperimentazione sulle tecnologie di riconoscimento vocale per la sottotitolazione in diretta del parlato in contesti formativi.
E ancora, numerosi saranno i laboratori organizzati dalla Fondazione ASPHI (Avviamento e Sviluppo di Progetti per Ridurre l’Handicap mediante l’Informatica), promotrice di HANDImatica, in cui esperti, operatori sociali e utenti si confronteranno sull’utilizzo delle tecnologie nel trattamento dei disturbi dell’apprendimento, sulle prime esperienze di robotica e autismo, sulle lavagne multimediali e le aule digitali.

Per quanto riguarda l’area espositiva, continuerà fino a sabato 27 la mostra degli ausili e dei progetti per l’autonomia e l’integrazione presentati da oltre cinquanta aziende, istituzioni e associazioni. La giornata di venerdì 26 si chiuderà alle 19.30 con un aperitivo dedicato allo sport e al turismo per tutti, appuntamento fra intrattenimento e informazione, in cui racconteranno le loro esperienze di vita, di viaggio e di lavoro il giornalista della «Gazzetta dello Sport» Claudio Arrigoni, la presidente dell’Associazione SportAbili Iva Berasi, la pluricampionessa paralimpica di tennis da tavolo Patrizia Saccà, Roberto Vitali, presidente dell’Associazione Village for all (V4A) e Gianni Scotti, presidente regionale del CIP Emilia Romagna (Comitato Italiano Paralimpico).
Nel corso dell’aperitivo saranno inoltre presentati la videoguida multimediale promossa dall’Assessorato al Turismo della Provincia di Bologna, alcune attività di scuba diving (subacquea) per disabili e un plastico per non vedenti del centro di Torino. (Ufficio Stampa Agenda)

Alla presentazione generale di HANDImatica 2010, il nostro sito ha dedicato i seguenti testi:
– HANDImatica 2010: la responsabilità e l’autonomia (cliccare qui)
– Sta per aprire HANDImatica 2010 e ci sarà anche un videogame accessibile (cliccare qui)

Ad alcuni altri eventi specifici delle manifestazione, abbiamo invece dedicato i seguenti testi:
– I robot al servizio dell’inclusione e dell’autonomia (cliccare qui)
– Per calarsi nei panni di chi ha difficoltà visive o uditive (cliccare qui)
– A HANDImatica 2010 anche un film tutto accessibile (cliccare qui)
– Bologna, una per tutti (cliccare qui)
– Anche i documenti devono essere accessibili (Leo Cerreta) (cliccare qui)
– Conoscere, provare e confrontare gli ausili, per non comprare a caso (cliccare qui)
– Facciamo il punto, a HANDImatica, su microchip e occhio bionico (cliccare qui)

Il programma completo di HANDImatica 2010 è disponibile cliccando qui. Per ulteriori informazioni: Fondazione ASPHI ONLUS, tel. 051 277823-5, handimatica@asphi.it; Ufficio Stampa Agenda, tel. 051 330155, ufficiostampa@agendanet.it.

Stampa questo articolo