- Superando.it - http://www.superando.it -

Tragedie di ieri e di oggi: la lunga storia dei pregiudizi

Giampiero Griffo, uno dei «padri italiani» della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, durante uno dei numerosi incontri alle Nazioni Unite, che portarono nel 2006 alla definizione del TrattatoCome avevamo anticipato qualche settimana fa, presentando la mostra di Pavia denominata Prove di sterminio. L’eliminazione dei disabili nella Germania nazista (se ne legga cliccando qui), il percorso avviato in quell’occasione vedrà svolgersi sabato 4 dicembre, sempre nella città lombarda, il convegno denominato La promozione dei diritti delle persone con disabilità. Dalla “T4” alla Convenzione ONU (Aula Magna dell’Università di Pavia, Piazza leonardo da Vinci, ore 9-13.30), organizzato anch’esso dal Coordinamento Pavese per i Problemi dell’Handicap e dal CSV (Centro Servizi Volontariato) di Pavia e Provincia, insieme a FISH (Federazione per il superamento dell’handicap) e LEDHA (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità) e con la collaborazione della Cooperativa Sociale Omnibus e della Comunità di Sant’Egidio.

L’iniziativa – gratuita e aperta a tutta la cittadinanza – sarà avviata, dopo i saluti delle autorità, da Giovanni Merlo, direttore della LEDHA (Le reti delle organizzazioni di volontariato come strumenti per l’affermazione dei diritti), seguito da Daniela Parodi della Comunità di Sant’Egidio (Da una riflessione con e tra persone con disabilità la nascita della mostra “Prove di sterminio. L’eliminazione dei disabili nella Germania nazista”), Matteo Schianchi, storico, in rappresentanza della FISH (Tragedie di ieri e di oggi. La lunga storia dei pregiudizi) e Katia Pietra del Comitato di Coordinamento Pavese per i Problemi dell’Handicap (Sopravvivere non basta: una rete provinciale per promuovere la cultura del diritto ad una vita “alla pari”).
Successivamente verranno presentate alcune realtà della Provincia di Pavia, con Mauretta Cattanei, presidente dell’ANFFAS locale (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale) (La Casa Satellite per sperimentare un futuro indipendente), Marco Bollani, referente della Rete AdS-Pavia (L’Amministrazione di Sostegno: dalla tutela alla promozione dei diritti) e Marco Terni della Cooperativa Sociale Arkè (Esperienze di lavoro di persone con disabilità).
Prima del dibattito finale e dello spostamento a Palazzo Mezzabarba (sede del Comune di Pavia), per la visita alla mostra di cui si è detto, le conclusioni del convegno saranno affidate a Giampiero Griffo, componente dell’Esecutivo Mondiale di DPI (Disabled Peoples’ International), uno dei “padri italiani” della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità (La rivoluzione dei diritti umani. La Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità). (S.B.)

Per ulteriori informazioni: coordpvhandy@yahoo.it.

Per quanto riguarda lo sterminio delle persone con disabilità in epoca nazista, oltre alla consultazione del sito www.olokaustos.org, suggeriamo anche la lettura – in Superando – dei seguenti testi:
– Crimini dimenticati (a cura di Stefano Borgato) (cliccare qui)
– Non c’è storia senza etica (di Luisella Bosisio Fazzi) (cliccare qui)
– Il passato che non deve tornare (cliccare qui)
– Non dimentichiamo quello sterminio di «connazionali improduttivi» (cliccare qui)
– L’olocausto rimosso delle persone con disabilità (cliccare qui)
– Lo sterminio delle persone con disabilità come preludio dell’Olocausto (di Giovanni De Martis) (cliccare qui)