Sto bene a scuola

Si chiama così il corso di formazione sull’integrazione scolastica degli alunni con disturbi dello spettro autistico, dedicato a insegnanti, educatori e genitori e curato dal Gruppo Asperger ONLUS. Il via è previsto a Genova il 14 marzo e i lavori proseguiranno fino al mese di giugno. «Crediamo – dichiarano i genitori appartenenti all’associazione organizzatrice – che la scuola, e in particolare quella pubblica, rimanga l’ambito principale dove i nostri figli possono sperimentare la relazione e la comunicazione i cui esiti positivi o negativi faranno parte della loro storia di vita»

Ragazzo affetto da sindrome di Asperger scrive sul vetro«Siamo un gruppo di genitori liguri con figli con la sindrome di Asperger* – scrive Maria Teresa Borra di Gruppo Asperger ONLUS – e per il secondo anno di fila, con molta fatica, ma con grande orgoglio, siamo riusciti a organizzare un corso di formazione sull’integrazione scolastica degli alunni con disturbi dello spettro autistico, dedicato a insegnanti, educatori e genitori. In tempi di contrazione di risorse scolastiche ed economiche per tutti, nelle difficoltà in cui come famiglie ci muoviamo, dalla mancanza di servizi di riabilitazione all’isolamento, oltre ai problemi dati dallo stesso handicap che riguarda i nostri figli – che è di tipo comunicativo-relazionale in una società “della comunicazione e dell’apparenza” -, crediamo che la scuola rimanga l’ambito principale dove i nostri figli possono sperimentare la relazione e la comunicazione i cui esiti positivi o negativi faranno parte della loro storia di vita. E in tal senso la scuola pubblica rimane uno snodo cruciale su cui si giocano esperienze importantissime e la sua capacità e sensibilità di includere per noi genitori rappresenta un bene a prescindere. Per questo stiamo cercando di dare un contributo costruttivo».

La seconda edizione del corso denominato Sto bene a scuola è organizzata dunque a Genova dal Gruppo Asperger ONLUS, con il patrocinio della Regione Liguria, dell’ARESS (Agenzia Regionale per i Servizi Sanitari) e dell’Assessorato alle Politiche Socio-Sanitarie del Comune di Genova, in collaborazione con la Biblioteca Internazionale De Amicis, l’IRCCS Gaslini (Settore Neuropsichiatrico), l’Università di Genova, il CNR e l’Ufficio Scolastico Regionale.
Rivolta a insegnanti e operatori scolastici della scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado, a genitori di alunni, a operatori ed educatori, l’iniziativa intende mettere a disposizione uno spazio di formazione e riflessione, volto all’acquisizione di competenze e conoscenze, per approfondire e implementare l’interazione e le relazioni con alunni affetti da disturbi dello spettro autistico, nella prospettiva di un completo inserimento scolastico.
La presentazione si avrà lunedì 14 marzo (ore 16-19), primo di otto incontri previsti tutti di lunedì pomeriggio (28 marzo; 11 e 27 aprile; 9, 16 e 30 maggio; 6 giugno), presso la Biblioteca De Amicis-Magazzini del Cotone-Expo Genova, seguiti da un convegno conclusivo in giugno, in data ancora da definire. (S.B.)

*La sindrome di Asperger (SA, o in inglese, AS) è un disordine pervasivo dello sviluppo, imparentato con l’autismo e comunemente considerato una forma di autismo cosiddetta “ad alto funzionamento” (HFA). Il termine che dà il nome alla patologia venne coniato dalla psichiatra inglese Lorna Wing nel 1981, traendolo da Hans Asperger, psichiatra e pediatra austriaco il cui lavoro non venne riconosciuto fino agli anni Novanta. In generale si ritiene che si tratti di un tipo di autismo caratterizzato dalla difficoltà nelle relazioni sociali piuttosto che da un’alterazione della percezione, rappresentazione e classificazione della realtà, come nell’autismo classico.

Il programma completo del corso di Genova e l’elenco dei formatori è disponibile cliccando qui. Per ulteriori informazioni: maerante@tiscali.it.
Stampa questo articolo