Per qualcuno il tuo amico cane può essere molto di più

Sono parole di Igor Facco, uno dei fondatori di U-Dog, associazione di volontariato vicentina che ha lo scopo di addestrare cani di utilità sociale su misura, molti dei quali andranno a vivere insieme a persone con disabilità. La prossima iniziativa di U-Dog prevede tre lezioni teorico-pratiche sulla gestione del cane – l’11, il 18 il 25 giugno -, per sostenere, in questo caso, uno specifico progetto, rivolto a una giovane donna con distrofia muscolare

Giuseppina Costa insieme a uno dei cani addestrati da U-DogTre lezioni teorico-pratiche sulla gestione del cane, presso il Garden Viridea (Via Paolo Borsellino) di Torri di Quartesolo (Vicenza), l’11, il 18 e il 25 giugno. A proporle, rivolgendosi a tutti – persone con disabilità e non – è U-Dog, associazione di volontariato vicentina che ha lo scopo di addestrare cani di utilità sociale su misura e rispetto alla quale il nostro sito ha proposto qualche tempo fa una lunga intervista con Igor Facco, uno dei fondatori (la si legga con il titolo Il cane non aiuta solo chi non ci vede, cliccando qui).

In questo caso l’iniziativa nasce per andare a sostenere uno specifico progetto, riguardante una persona con distrofia muscolare di Camisano Vicentino.
Si tratta della ventisettenne Giuseppina Costa, titolare di un progetto di Vita Indipendente, che con l’ausilio di un cane da assistenza riuscirebbe ad essere più autonoma nella gestione della quotidianità all’interno della propria casa.
«Oltre ad imparare a gestire meglio il proprio cane – spiega dunque Igor Facco – partecipando al corso si potrà aiutare U-Dog a sostenere le spese per la preparazione di cani da utilità sociale e nella fattispecie il Progetto Un cane per Giusy».
Vale la pena ricordare in conclusione che la totalità dei costi di addestramento – da parte di U-Dog – viene sempre sostenuta dall’Associazione, la quale consegna poi il cane alla persona con disabilità con cui andrà a vivere. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Igor Facco, tel. 339 5754872, igor@u-dog.org.
Stampa questo articolo