Grandi cifre per i Giochi Mondiali Estivi di Special Olympics

«Unire il mondo attraverso lo sport e celebrare le capacità e il talento delle persone con disabilità intellettiva, creando una nuova visione globale di accettazione, accoglienza e integrazione»: è questa la filosofia di Special Olympics, il programma internazionale leader nel campo della disabilità intellettiva, i cui Giochi Mondiali Estivi stanno per aprirsi ad Atene il 25 giugno, all’insegna di cifre davvero imponenti: 7.500 atleti per 22 discipline e 185 nazioni rappresentate. Tra queste, naturalmente, vi sarà anche l’Italia, la cui delegazione – composta da 188 persone tra atleti e tecnici – è stata presentata a Roma. E in partenza per la Grecia vi è anche l’assai meno cospicua, ma non per questo meno significativa, delegazione di atleti ticinesi. Da non trascurare, infine, il fatto che dal 29 giugno sarà possibile seguire le gare sugli schermi di Rai Sport 2

La delegazione italiana di Special Olympics in partenza per Atene7.500 atleti, 3.000 tecnici e giudici di gara, 185 nazioni rappresentate, 25.000 volontari, 40.000 familiari, migliaia di spettatori e di giornalisti provenienti da tutto il mondo: sono cifre davvero imponenti quelle dei Giochi Mondiali Estivi di Special Olympics, il programma internazionale leader nel campo della disabilità intellettiva, evento che sta per prendere il via ad Atene, dove si svolgerà dal 25 giugno al 4 luglio.
«Abbracciare a livello mondiale le diversità attraverso le abilità individuali e celebrare tutte le differenze»: è questa la visione dei Giochi che, nell’intendimento dei promotori, «vogliono unire il mondo attraverso lo sport e celebrare le capacità e il talento delle persone con disabilità intellettiva, creando una nuova visione globale di accettazione, accoglienza e integrazione».

Sono ventidue le discipline dei Giochi di Atene (nuoto, atletica, badminton, basketball, beach volley, bocce, bowling, ciclismo, equitazione, calcio, golf, ginnastica, judo, kayak, sollevamento pesi, pattinaggio, vela, softball, tennis tavolo, pallamano, tennis, pallavolo) alla maggior parte delle quali parteciperanno anche i componenti della nutrita pattuglia italiana, fatta esattamente di 136 atleti, 49 tecnici e 3 delegati, per un totale di ben 188 persone.
La delegazione italiana è stata presentata – prima di partire per la Grecia – presso il Salone d’Onore del CONI a Roma, da parte del vicepresidente di Special Olympics Italia Maurizio Romiti, alla presenza, tra gli altri, del ministro per la Gioventù Giorgia Meloni, che ha dichiarato: «Vi assicuro che mi è capitato di rado, in questi tre anni, di sentirmi così fiera di essere il ministro della Gioventù. Voglio veramente ringraziarvi perchè mi avete regalato un’emozione, straordinaria. L’Italia è fiera che siate voi ad indossare le maglie che ci rappresenteranno in Grecia».
«Quello di rappresentare il tricolore . hanno sottolineato gli esponenti di Special Olympics italia – è un impegno che i nostri atleti sapranno portare a compimento con la consueta miscela di gioia ed entusiasmo, che li contraddistingue». E che, come ha ricordato il giornalista della RAI Enrico Varriale, sarà possibile seguire dal 29 giugno anche sugli schermi di Rai Sport 2.

Da segnalare infine la partenza per la Grecia anche di una delegazione certo assai meno cospicua di quella azzurra, ma non per questo meno significativa: si tratta infatti degli undici atleti ticinesi selezionati dai gruppi sportivi della Svizzera Italiana, affiliati alla FTIA (Federazione Ticinese Integrazione Andicap), «tutte persone scelte – come spiega Daphne Settimo, responsabile della Promozione per la FTIA – soprattutto in base alla filosofia perseguita da Special Olympics, vale a dire per il loro impegno personale e la volontà di miglioramento». (S.B.)

I siti dedicati rispettivamente  ai Giochi di Atene, a Special Olympics e a Special Olympics Italia si raggiungono cliccando rispettivamente qui, qui e qui. Per ulteriori informazioni: soi@specialolympics.it; daphne.settimo@ftia.ch.
Stampa questo articolo