- Superando.it - http://www.superando.it -

E alla fine Elisa ce l’ha fatta alla grande!

Faccina che rideE alla fine il temuto “gioco delle tre carte” non c’è stato, cosicché quella Mozione n. 8-00116, votata unanimemente il 6 aprile scorso dalla VII Commissione Cultura, Istruzione e Sport della Camera, ha fatto sentire il suo pieno effetto, consentendo ad esempio a Elisa Trecastagne, giovane studentessa con disabilità del Liceo Porporato di Pinerolo (Torino), di diventare campionessa italiana nei 1000 metri alle Finali Nazionali dei Giochi Sportivi Studenteschi di Atletica Leggera.

Nel mese di marzo scorso, infatti, anche il nostro sito (se ne legga cliccando qui)  aveva denunciato la discriminazione nei confronti delle alunne e degli alunni con disabilità, cui era stato impedito di partecipare alla Finale Nazionale di Corsa Campestre dei Giochi Sportivi Studenteschi, svoltasi il 20 marzo a Nove (Vicenza), per la quale, appunto, non erano stati previsti i moduli di partecipazione per gli studenti con disabilità.
Avevamo pertanto chiesto spiegazioni al ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini, ma la risposta, come detto, era arrivata dalla VII Commissione Cultura, Istruzione e Sport della Camera, nella cui citata Mozione si era apertamente parlato di «discriminazione», chiedendo al Ministero di ripristinare le norme relative all’integrazione delle alunne e degli alunni con disabilità, a partire dalle successive fasi nazionali dei Giochi Sportivi Studenteschi (se ne legga nel nostro sito cliccando qui).

Ma perché parlavamo di “gioco delle tre carte”? Semplicemente per il rischio – segnalatoci dal network Hub School Sport – che quella discriminazione “messa alla porta” dalla Camera, potesse rientrare “dalla finestra” del Ministero, a causa di una discussa, successiva Circolare (se ne legga cliccando qui).
E invece, come anticipato, tutto questo non è accaduto e ora ad Elisa Trecastagne – che era anche stata ricevuta a Roma dalle deputate Manuela Ghizzoni e Manuela Di Centa (firmatarie della Mozione) – verrà assegnato venerdì 8 luglio, presso lo Sportway Kids di Gravellona Toce (Verbano-Cusio-Ossola), il Premio Flavio Barell La scuola fa sport, come ci segnala ancora Hub School Sport – che è tra i promotori dell’evento – ricordando poi che durante la medesimna manifestazione verrà premiata anche GSH Sempione 82, Associazione Sportiva di atleti e volontari con disabilità. (S.B.)

Il recapito di Hub School Sport è hubschoolsport@gmail.com.