- Superando.it - http://www.superando.it -

È stato come se ci fossimo incontrati per sempre, per un attimo…

Una bella immagine di Giuseppe Pomntiggia, lo scrittore scomparso nel 2003, padre di un ragazzo con disabilità, cui è dedicato il concorso letterario promosso dall'AIAS di BolognaConcorso letterario di prosa e poesia, riservato alle persone con disabilità, il Premio Pontiggia giunge quest’anno alla sua quarta edizione, sempre a cura dell’AIAS di Bologna (Associazione Italiana Assistenza Spastici) e si apre a contributi provenienti da tutto il mondo, purché scritti in lingua italiana.

Dedicata allo scrittore Giuseppe Pontiggia – scomparso nel 2003 e padre di un ragazzo con disabilità – l’iniziativa intende soprattutto contribuire all’abbattimento delle barriere culturali, promuovendo appunto la creatività delle persone disabili. «La scrittura, infatti – come sottolineano gli organizzatori – diventa uno strumento di integrazione, emancipazione e autoaffermazione, per manifestare la propria personalità al di là di ogni barriera e oltre la disabilità».
E il tema di questa edizione è proprio una frase tratta da Nati due volte, celebre romanzo di Pontiggia, vale a dire: «…Una volta, mentre lo guardavo come se lui fosse un altro e io un altro, mi ha salutato. Sorrideva e si è appoggiato contro il muro. È stato come se ci fossimo incontrati per sempre, per un attimo».

La scadenza è stata fissata per il 30 dicembre 2011 e verranno assegnati due premi per ciascuna sezione (Prosa e Poesia), di 500 euro al primo classificato e di 250 al secondo.
Qualificati i componenti della giuria, che saranno Roberta Ballotta, assessore alla Cultura del Comune di San Lazzaro di Savena (Bologna), Rosalba Casetti, poetessa e organizzatrice di corsi di poesia, Claudio Imprudente, giornalista e presidente del Centro Documentazione Handicap (CDH) di Bologna, Delia Nardi della “Società di Lettura” di Bologna, Elisa Rosignoli, responsabile della Biblioteca “Natalia Ginzburg” del capoluogo emiliano, Mauro Sarti, giornalista e docente all’Università di Bologna, Costanza Savini, scrittrice e organizzatrice di laboratori di lettura e scrittura creativa e Gianfranco Vicinelli, scrittore umorista bolognese.
Collaborano all’organizzazione il CDH, la Fondazione Dopo di Noi e la Biblioteca “Natalia Ginzburg” di Bologna e l’Associazione Genitori Figli con Handicap “Il tesoro nascosto” di Carpi (Modena).

Da segnalare infine che la cerimonia di premiazione si svolgerà il 20 aprile del 2012, nell’ambito delle iniziative che si terranno per festeggiare i cinquant’anni di presenza concreta dell’AIAS di Bologna a fianco delle persone con disabilità e delle loro famiglie. (S.B.)

Il bando e ogni ulteriore notizia sull’inizativa sono disponibili in una specifica sezione del sito dell’AIAS di Bologna, raggiungibile cliccando qui.