- Superando.it - http://www.superando.it -

Sarà a Loano il cuore dei Global Games 2011

Un'immagine della finale di futsal (calcio in sala) ai Global Games del 2009, svoltisi a Liberec nella Repubblica CecaÈ stato presentato a Loano (Savona) il programma dei Global Games 2011 che interesserà la Provincia di Savona. I Campionati Mondiali per atleti con disabilità intellettivo-relazionale – che si terranno in Liguria dal 24 settembre al 4 ottobre – avranno infatti proprio a Loano – già “Città Europea dello Sport” – il loro quartier generale. Qui, oltre all’allestimento del Villaggio Olimpico, sono previste anche le gare di nuoto (Piscina Comunale), basket (PalaSport) e tennis (Tennis Club Loano). A Villanova d’Albenga, invece, si terranno le qualificazioni dell’atletica (Campo Sportivo), in vista delle finali che saranno ospitate dal Campo Lagorio di Imperia, mentre a Varazze, presso il PalaSport, si potrà assistere alle sfide di tennis tavolo.

«Loano si conferma – sottolinea il sindaco Luigi Pignocca – una città a vocazione sportiva. Con i Global Games, poi, vogliamo riaffermare non solo i valori dello sport quale strumento di promozione del territorio, ma anche quale mezzo straordinario di integrazione e valorizzazione di tutte le abilità».
Un’occasione speciale, dunque, per la cittadina balneare del Ponente ligure che – come anticipa l’assessore allo Sport Remo Zaccaria – «inaugurerà per i Global Games il nuovo PalaSport, struttura d’eccellenza che ha richiesto un investimento di quasi un milione e mezzo di euro e che ci permette di ospitare un grande evento e di presentarci al meglio, in linea con la nostra tradizione di “Città Europea dello Sport”».
«A Varazze – aggiunge l’assessore allo Sport di quest’ultima città, Angelo Patané – saremo onorati di ospitare gli atleti del tennis tavolo e il fatto che da Varazze i migliori spicchino il volo verso le Paralimpiadi di Londra 2012 è per noi un ulteriore motivo d’orgoglio».

C’è un grande “gioco di squadra” in corso, nella Regione Liguria, in vista degli attesi Mondiali. «Otto Comuni di tre Province – sottolinea l’assessore regionale allo Sport Gabriele Cascino – sono coinvolti per una manifestazione che sarà a portata di mano di migliaia di liguri. Si tratta di una scelta innovativa che ci ripagherà, sia per la soddisfazione dei nostri appassionati di sport che potranno godere di grandi prestazioni sportive, sia per l’immagine globale che veicoleremo a livello mondiale».
Particolarmente significativi, del resto, sono i numeri legati all’evento: 1.100 protagonisti (atleti, accompagnatori e tecnici) in arrivo da 36 nazioni: Australia, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Corea del Sud, Croazia, Estonia,  Finlandia, Francia, Gran Bretagna,  Hong Kong, Iran, Islanda, Italia, Germania, Giappone, Macao, Malesia, Messico, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Russia, Singapore,  Spagna, Stati Uniti, Sudafrica, Svezia, Taipei Cinese, Tunisia, Turchia, Ucraina, Ungheria e Venezuela.
Le delegazioni straniere più numerose saranno quelle di Australia e Giappone (rispettivamente 96 e 91 atleti), mentre i primi ad arrivare in Liguria saranno i rappresentanti del Sudafrica. Dal canto suo, l’Italia potrà contare su 101 elementi e a partire dal 21 settembre, sono previsti gli stage delle nostre Nazionali di nuoto e basket a Loano, di futsal a Imperia.
Otto le discipline sportive del programma, oltre allo judo, previsto a titolo promozionale): l’atletica leggera, il basket, il ciclismo, il futsal (calcio in sala), il canottaggio, il nuoto, il tennis e il tennis tavolo. E in particolare i protagonisti di atletica leggera e nuoto gareggeranno con il sogno di conquistare le Paralimpiadi di Londra 2012.
Il Comitato Organizzatore Locale, infine, sta intensamente lavorando anche per curare tutti i dettagli della cerimonia di apertura, in programma lunedì 26 settembre a Genova (Piazza De Ferrari).
«Mi piace sottolineare – dichiara Dario Della Gatta, presidente del Comitato – il crescente entusiasmo di tutte le Amministrazioni delle città coinvolte. L’ospitalità sarà sicuramente uno dei punti di forza dei Global Games ed è importante rimarcare l’attività di una squadra di grandi dirigenti sportivi e amici dello sport da parecchi mesi al lavoro in ognuna delle sedi della competizione». Sono 117, infatti, i membri dello staff, oltre a 600 volontari reclutati attraverso il Progetto Ali dei gabbiani, che ha coinvolto le scuole di tutta la Liguria.

«Questi – afferma Luca Pancalli, presidente del CIP (Comitato Italiano Paralimpico) – sono i Mondiali più importanti di sempre, che aprono la porta alla riconquistata universalità del mondo paralimpico, persa dopo Sydney 2000. Dopo le Paralimpiadi, si tratta certamente di uno tra gli eventi più importanti, che raggruppa contemporaneamente otto discipline. Per questo va un plauso al Comitato presieduto da Dario Della Gatta, per lo sforzo organizzativo, con quasi tutto il territorio ligure che verrà coinvolto e interessato. Parliamo infatti di 1.100 persone che per dieci giorni saranno protagonisti assoluti. E a tutto ciò si aggiungerà un grande impatto comunicazionale per i valori sociali che l’evento porterà con sé».
«Ma soprattutto – sottolinea con forza Pancalli – ricordiamo che stiamo parlando di atleti straordinari, di Atleti con la A maiuscola e di Sport con la S maiuscola, come si capirà rapidamente seguendo le loro prestazioni tecniche. Non ci troveremo, insomma, di fronte a una “scampagnata di poveri disabili”, ma davanti ad atleti preparatissimi!».
«Cosa mi aspetto dai Global Games “italiani”? – conclude il presidente del CIP -. Ho grandi aspettative perché sarà l’ennesima dimostrazione della capacità organizzativa del nostro Paese. Non dobbiamo dimenticare che siamo in corsa per portare le Paralimpiadi del 2020 a Roma e anche questo evento sarà un tassello importante». (Michele Corti)

Il sito dei Global Games 2011 in Liguria si raggiunge cliccando qui. Per ulteriori informazioni: info@globalgames2011.it.