La bellezza, seppur diversa, è sempre bellezza

“ALLforFASHION. La bellezza, seppur diversa, è sempre bellezza” è un progetto ideato da Marta Pellizzi, giovane donna ipovedente, che attraverso tale iniziativa, intende favorire l’inclusione nel mondo della moda delle persone con disabilità, fornendo loro una formazione e anche una possibilità di socializzazione e conoscenza. «Vorrei – spiega la stessa Marta Pellizzi – che “ALLforFASHION” avesse importanza nazionale perché credo possa essere utile a far comprendere che le persone con disabilità non sono invisibili e che la diversità sta negli occhi di chi guarda e non di chi la vive»

Il logo del progetto «ALLforFASHION»«La moda – dichiara Marta Pellizzi – ha certamente una serie di regole che permettono a poche ragazze e ragazzi la possibilità di sfilare e di posare. Di persone con disabilità, poi, in questo mondo non ve n’è nemmeno l’ombra. Da una mia personale ricerca, infatti, mi risulta che siano ancora pochissimi i modelli e le modelle con disabilità nel mondo e, per restare al nostro Paese, sono quasi inesistenti i temi riguardanti la disabilità introdotti nella moda».

Proprio da questa ricerca e da tali convinzioni – oltre naturalmente che da una grande passione per questo settore – Marta, giovane donna ipovedente, “firma” talora presente anche nel nostro sito, ha ideato un progetto che intende appunto favorire l’inclusione nel mondo della moda delle persone con disabilità. L’iniziativa si chiama ALLforFASHION – La bellezza, seppur diversa, è sempre bellezza e per spiegarne le caratteristiche, cediamo direttamente la parola a chi l’ha lanciata.
«Ho creato questo progetto – racconta Marta – perché penso che la moda dovrebbe incominciare a cambiare la propria visione di bellezza. Ritengo infatti che la bellezza possa avere varie forme e un corpo “scalfito” da un handicap non è di certo meno bello perché “diverso”. Insomma, i prototipi di bellezza che ci vengono proposti mi hanno stancata e così ho pensato a una “moda accessibile” attraverso ALLforFASHION».
Ma concretamente, chiediamo, su quali linee si muoverà ALLforFASHION? «Intendo realizzare una sfilata – risponde Marta -, preceduta da un corso di portamento e da un servizio fotografico gratuito per i selezionati a partecipare al progetto, che ritengo innovativo in quanto, oltre a una formazione agli aspiranti modelli e modelle, vuole dar loro anche una possibilità di socializzazione e di conoscenza». «Altro elemento di novità – prosegue Pellizzi – è che i protagonisti non saranno solo donne con disabilità, ma anche ragazzi».

«Chiaramente lo scopo di questo mio progetto – conclude Pellizzi – è rivolto soprattutto alla sensibilizzazione e all’inclusione. Vorrei che ALLforFASHION avesse importanza nazionale perché credo possa essere utile a far comprendere che le persone con disabilità non sono invisibili e che la diversità sta negli occhi di chi guarda e non di chi la vive. Logicamente l’iniziativa è strutturata in varie fasi e ha molti obiettivi specifici e anche per questo ho creato una pagina di Facebook che consentirà di seguirne gli sviluppi a tutti gli interessati».
La pagina di Facebook si raggiunge cliccando qui, mentre cliccando qui si può trovare un’ampia scheda riguardante l’iniziativa. Tra le novità – e le adesioni – dell’ultim’ora, da segnalare infine il fattivo sostegno che verrà dato a ALLforFASHION da Pasquale Esposito, già direttore artistico di Miss Italia Sorda 2011, concorso del quale anche il nostro sito si era occupato qualche tempo fa (cliccare qui). (S.B.)

Stampa questo articolo