In Lombardia le Università si mettono in rete per l’inclusione

Verrà infatti presentato il 7 ottobre a Milano il CALD (Coordinamento degli Atenei Lombardi per la Disabilità), rete che si propone di condividere le esperienze e le buone pratiche di ciascuna delle dieci Università che hanno aderito all’iniziativa e di creare sinergie tramite la promozione di programmi comuni

Giovane universitaria con disabilità insieme a una compagna di studi«La condizione delle persone con disabilità pervade diversi aspetti della loro vita ed è influenzata dalla cultura sociale e dalle specifiche politiche istituzionali finalizzate a costituire condizioni di pari opportunità e partecipazione. La legislazione italiana a favore delle persone con disabilità è pienamente coerente con gli indirizzi europei e internazionali, anche se un lungo percorso di inclusione dev’essere ancora compiuto».
È partendo da questi concetti fondamentali che, in ambito universitario, si vuole dare sempre maggiore efficacia all’attuazione della legislazione nel settore, con una nuova iniziativa, promossa dai Delegati dei Rettori di numerosi Atenei Lombardi (Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM di Milano; Politecnico di Milano; Università dell’Insubria; Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e Brescia; Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano; Università degli Studi di Bergamo; Università degli Studi di Brescia; Università degli Studi di Milano; Università degli Studi di Milano-Bicocca; Università degli Studi di Pavia).
Si tratta del CALD (Coordinamento degli Atenei Lombardi per la Disabilità), rete che si propone appunto di condividere le esperienze e le buone pratiche di ciascuna Università e di creare sinergie tramite la promozione di programmi comuni. Tra questi ultimi è già attiva, ad esempio, l’esperienza CALDjob, che da alcuni anni mette in relazione tra loro una serie di servizi delle università lombarde, e ne favorisce poi la comunicazione con il mondo del lavoro e delle professioni.

La nuova rete – costituitasi sulla base di una Convenzione tra tutti gli Atenei aderenti – verrà ufficialmente presentata venerdì 7 ottobre a Milano (Aula Magna, Edificio U6 dell’Università di Milano Bicocca, Piazza Ateneo Nuovo, 1, ore 9-17), nel corso della giornata denominata CALD – Una rete per l’inclusione, che costituirà un primo prezioso momento di riflessione, per approfondire il tema del diritto allo studio e alla formazione universitaria, nell’ambito dei diritti fondamentali della persona.
Oltre alla partecipazione dei Rettori dei dieci Atenei coinvolti – che firmeranno la citata Convenzione e illustreranno le rispettive politiche promosse a favore dell’inclusione – l’incontro potrà contare sulla presenza di Luis Gallegos e di Simona D’Alessio , in rappresentanza dell’ONU e dell’Unione Europea, mentre le conclusioni della giornata saranno tratte dal direttore responsabile del nostro sito Franco Bomprezzi. (S.B.)

Ringraziamo Guido Migliaccio per la segnalazione.

Il programma completo dell’incontro è disponibile cliccando qui. Per ulteriori informazioni: convegnocald@unimib.it.
Stampa questo articolo