Piccoli e grandi atleti, impegnati nella loro sfida

Una serata all’insegna dell’integrazione nello sport delle persone con sindrome di Down sarà quella organizzata per il 16 ottobre a Quartu Sant’Elena (Cagliari), dal Centro Down del capoluogo sardo. L’iniziativa rientra nell’ambito delle manifestazioni promosse in occasione della Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down del 9 ottobre, organizzata dal CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down)

Alcuni atleti del Centro Down di CagliariAbbiamo dato ampio spazio, la scorsa settimana, alla Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down del 9 ottobre (se ne legga ad esempio cliccando qui), organizzata dal CoorDown (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down) e la cui campagna di comunicazione ha ruotato intorno allo sport e allo slogan Essere differenti è normale, anche nello sport, con un testimonial d’eccezione come il calciatore capitano dell’Inter Javier Zanetti.
«Per le persone con sindrome di Down – avevano scritto i rappresentanti del CoorDown nel presentare l’evento – lo sport può essere uno straordinario strumento di integrazione sociale, ma è fondamentale attivare un percorso virtuoso tra famiglie, operatori, istituzioni e opinione pubblica, garantendo una vera inclusione a tutte le persone con sindrome di Down, molte delle quali, del resto, praticano già sport a livello promozionale o agonistico, con grandi risultati, del tutto degni di “atleti di Serie A”».

Ora, sempre nell’ambito della Giornata Nazionale – che ne ha pure visto l’impegno, con uno specifico stand informativo – il  Centro Down di Cagliari, aderente al CoorDown, ha organizzato per domenica 16 ottobre a Quartu Sant’Elena (Cagliari) (Palestra di Via Fadda, ore 17.30) una serata anch’essa all’insegna dello sport, per offrire a tutti l’occasione di valutare gli sviluppi di questa integrazione, evento durante il quale i piccoli e grandi atleti dell’Associazione daranno dimostrazione pratica del loro costante impegno nelle discipline praticate.
Da segnalare anche che nel corso della manifestazione verrà presentato e consegnato a famiglie e società sportive il vademecum denominato Orientamenti sulla pratica sportiva per gli atleti con sindrome di Down, curato dalla FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale) e dal CoorDown nella primavera scorsa, in occasione della Giornata Mondiale delle Persone con Sindrome di Down del 21 marzo. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: Centro Down di Cagliari, tel. 070 271919, centrodown@tiscali.it.
Stampa questo articolo