- Superando.it - http://www.superando.it -

Sordità e comunicazione in emergenza: tecnologie, ausili e buone prassi

Persona con disabilità soccorsa da un Vigile del Fuoco. Sullo sfondo altri simboli di disabilità (uomo con bastone e sordità)Nell’ambito del Progetto SicurezzAccessibile 2011, si terrà martedì 25 ottobre a Trieste (Sala Conferenze ERDISU, Via Fabio Severo, 154, ore 9.15-13), a cura dell’Università locale, l’incontro di studio denominato Comunicazione in emergenza. Esperienze a confronto su tecnologie, ausili e buone prassi nella comunicazione con persone con sordità, introdotto e moderato da Giorgio Sclip, responsabile dell’Ufficio di Staff Prevenzione e Proiezione dell’Università di Trieste, oltreché membro del Focal Point per l’Agenzia Europea per la Sicurezza e la Salute del Lavoro e già autore del libro Sicurezza accessibile. La sicurezza delle persone con disabilità: buone prassi tra obblighi e opportunità (se ne legga anche nel nostro sito cliccando qui).

Vi parteciperanno Serena Corazza, docente a contratto del corso di LIS (Lingua Italiana dei Segni) presso la Scuola Superiore di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori dell’Università di Trieste (Chi è e come si comunica con un sordo); Francesca Lisjak, presidente della Sezione Provinciale dell’ENS di Trieste (Ente Nazionale dei Sordi) (Problematiche e soluzioni per la sicurezza quotidiana dei sordi); Ilaria Garofolo, docente della Facoltà di Architettura dell’Università di Trieste (Percezione e sicurezza: il ruolo del progetto di architettura); Stefano Zanut del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Pordenone, docente del Master Assistive Technology (La comunicazione con persone disabili in situazioni di soccorso: l’esperienza dei vigili del fuoco); Barbara Scarso, project manager (La formazione del soccorritore nella relazione con le persone sorde: l’esperienza dei vigili del fuoco di Padova); Paolo Muneretto del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Venezia (“115-4-deaf”: la chiamata di soccorso ai VVF da parte di una persona sorda); Fabio Buttussi del Laboratorio di Interazione Uomo-Macchina (HCI-Lab) dell’Università di Udine (SLEC: un sistema mobile per la comunicazione tra soccorritori e pazienti sordi).

Il dibattito sarà poi seguito dagli interventi di Paolo Alessi, delegato del Rettore per la Disabilità dell’Università di Trieste e di Corrado Negro, medico competente anch’egli dell’Ateneo giuliano.
Le conclusioni sranno affidate a Carlo Dall’Oppio, comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Trieste. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: giorgio.sclip@amm.units.it.