- Superando.it - http://www.superando.it -

Irrequietezza motoria, disattenzione e tic dell’età evolutiva

Sembra che anche Wolfgang Amadeus Mozart abbia sofferto dio sindrome di TouretteÈ rivolto principalmente ai pedagogisti clinici, ma anche ad altri operatori sanitari, insegnanti, educatori e genitori, il convegno organizzato per sabato 12 novembre a Milano (Sala Teatro dell’Istituto Maria Consolatrice, Via Galvani, 26, ore 9-13) e denominato Irrequietezza motoria, disattenzione e tic dell’età evolutiva.
A promuovere l’iniziativa,  in collaborazione con l’ANPEC Lombardia (Associazione nazionale Pedagogisti Clinici), è stata l’AIST, l’Associazione Italiana Sindrome di Tourette, che si occupa di questa non rara patologia, dagli sviluppi ancora non completamente noti, detta anche malattia “dei tic multipli e complessi”, o “del cervello sbraitante”.

Questi i temi previsti durante l’incontro e i relatori che se ne occuperanno: Il disagio sociale come sintomo, con Vera Colombo, pedagogista clinica e reflector, segretario regionale dell’ANPEC Lombardia e direttore provinciale dell’ANPEC di Varese; Un sintomo, diverse storie, con Monica Castagnetti e Simona Valle, rispettivamente consulente psico-educativo e pedagogista clinico del Centro D.I.N.E. (Dinamiche Interattive nell’Educazione) di Rozzano (Milano); La scuola di fronte ai bisogni speciali: il contributo della pedagogia clinica, con Graziella Segat, pedagogista clinico e insegnante di scuola primaria a Gazzada (Varese); La sindrome di Tourette: quando l’ADHD [disturbo da deficit di attenzione e iperattività, N.d.R.] è sintomo di un quadro clinico più complesso, con Mauro Porta, medico specialista in Neurologia e Neurochirurgia, responsabile del Centro Malattie Extrapiramidali e Sindrome di Tourette dell’IRCCS Galeazzi di Milano; L’approccio psicologico alla sindrome di Tourette, con Arianna Brambilla, psicologa e consigliere dell’AIST; I tic fra i banchi di scuola, con Carlotta Zanaboni, laureata in Psicologia e membro del Comitato Scientifico dell’AIST.
Concluderà la mattinata l’esposizione di alcune esperienze personali e una discussione tra i partecipanti. (S.B.)