- Superando.it - http://www.superando.it -

Sostegno e continuità didattica: per una volta prevale il buon senso

Bimba in carrozzina con compagna di scuolaFinalmente – per una volta, almeno – il Ministero supera la rigida logica burocratica, con una soluzione di buon senso e di rispetto della normativa sulla continuità didattica.
Infatti, la logica burocratica imporrebbe che, appena pubblicate le graduatorie definitive, bisognerebbe ricavare da esse i docenti per il sostegno al posto di quelli nominati provvisoriamente, anche se tutti i nominabili fossero privi del titolo di specializzazione. Il buon senso, invece, suggerisce di lasciare sul posto di sostegno il nominato provvisorio, se l’avente diritto è sprovvisto del titolo di specializzazione, nel rispetto, almeno in questo caso, della normativa primaria che impone la continuità didattica, troppo spesso sacrificata a norme burocratiche di stato giuridico.
La Nota che segue, pertanto, è certamente un buon esempio di burocrazia al servizio degli alunni.

Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca
Dipartimento per l’Istruzione
Direzione Generale per il Personale scolastico – Ufficio III
Nota prot. n. AOODGPER 9379 Roma, 15 Nov. 2011

Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali
Ai Dirigenti degli Ambiti Territoriali
Ai Dirigenti delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado

Oggetto: Pubblicazione graduatorie definitive di circolo e di istituto per il triennio scolastico 2011/2014. Posti di sostegno.
Si fa riferimento ai quesiti ricevuti circa il mantenimento o meno, su posto di sostegno, del supplente privo di titolo di specializzazione nominato “in attesa dell’avente titolo”, nei casi in cui la carenza di aspiranti forniti di titolo di specializzazione permanga, sia nella scuola che in tutte le altre istituzioni scolastiche della provincia, anche dopo la pubblicazione degli elenchi definitivi di sostegno di seconda e terza fascia.
Si ribadisce al riguardo la vigenza delle specifiche disposizioni contenute, per tali situazioni, nella nota n. 20893 del 31 ottobre 2007 […] per cui in carenza assoluta di aspiranti specializzati i dirigenti scolastici, in considerazione della particolare tutela della continuità didattica in favore degli alunni disabili, provvederanno alla conferma definitiva sui predetti posti di sostegno del docente privo di titolo già in servizio sui posti in questione con contratto in attesa dell’avente titolo.

Il Direttore Generale: Luciano Chiappetta.

*Vicepresidente nazionale della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap). Responsabile del Settore Legale dell’Osservatorio Scolastico dell’AIPD (Associazione Italiana Persone Down). Il presente testo riadatta una scheda già pubblicata nel sito dell’AIPD, per gentile concessione.