Benvenuto SuperMAN!

Durante la presentazione a Forlì di “SuperMAN” (SUPERmarkets Meet Accessibility Needs, ovvero “I supermercati incontrano le esigenze di accessibilità”), progetto promosso dalla cooperativa sociale romagnola Kara Bobowski, che coinvolgerà una serie di supermercati del gruppo Conad, anche CERPA Italia, il Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità, ha espresso caldi apprezzamenti per l’iniziativa. Nata riprendendo un modello francese e avvalendosi di un finanziamento europeo, quest’ultima si propone di rendere i punti vendita aderenti dotati di attenzione, disponibilità e sensibilità verso persone con disabilità mentale, malati di Alzheimer e, in generale, nei confronti di chiunque abbia difficoltà di comprensione, comunicazione e orientamento

Davide Drei, assessore alle Politiche di Welfare del Comune di Forlì e Piera Nobili, presidente di CERPA Italia, alla conferenza stampa di presentazione del Progetto «SuperMAN»«Benvenuto SuperMAN, un progetto innovativo dal sapore europeo a cui daremo tutto il nostro sostegno e che spero possa trovare un largo consenso»: queste le parole di Davide Drei, assessore alle Politiche di Welfare del Comune di Forlì, in occasione della conferenza stampa [se ne legga nel nostro sito anche cliccando qui, N.d.R.], durante la quale è stato appunto presentato il Progetto SuperMAN (SUPERmarkets Meet Accessibility Needs, ovvero “I supermercati incontrano le esigenze di accessibilità”).
Si tratta di un’iniziativa promossa dalla Cooperativa Sociale Kara Bobowski di Modigliana (Forlì-Cesena), finanziata con il supporto della Commissione Europea, nell’ambito del Programma Leonardo da Vinci – misura Trasferimento dell’Innovazione.

Il tema dell’accessibilità – centrale in SuperMAN – abbandona qui il focus sulle barriere architettoniche, per concentrarsi sulle relazioni interpersonali, su un sostegno umano fatto di attenzione, disponibilità e sensibilità verso persone con disabilità mentale, malati di Alzheimer e, in generale, chiunque abbia difficoltà di comprensione, comunicazione e orientamento.
«L’idea di SuperMAN – ha spiegato Franca Soglia, presidente di Kara Bobowski – nasce da un’esperienza avviata in Francia nel 2007 dall’Associazione Unapei (S’informer sur le handicap mental), che si è concretizzata in un percorso di sensibilizzazione e formazione sulla disabilità mentale rivolto al personale dei Supermercati E. Leclerc, che ha acquisito strumenti per poter offrire accoglienza, ascolto e accompagnamento adeguati ai loro clienti con tali problematiche. A riprova del loro impegno in questo percorso di accessibilità, i punti vendita aderenti hanno ottenuto un simbolo di accessibilità ad hoc».
«A seguito di una visita effettuata in Francia – ha dichiarato dal canto suo Domenico Settanni, funzionario della Direzione Provinciale del Lavoro di Forlì-Cesena, ora a riposo – sono rimasto particolarmente colpito da quel progetto francese che, partito dai Supermercati E. Leclerc, si è poi esteso ad altri ambiti, quali trasporti pubblici, siti culturali e turistici e amministrazioni pubbliche. Così ho condiviso con Kara Bobowski l’idea di trasferire questa buona prassi anche in Italia e mi sono impegnato per coinvolgere Commercianti Indipendenti Associati [la cooperativa di dettaglianti associata Conad, che presidia i territori romagnoli, N.d.R.]».

Come ha sottolineato l’assessore Drei, è un segnale importante vedere una realtà imprenditoriale come Conad impegnata in una sfida sociale, e successivamente Federica Corzani, di Commercianti Indipendenti Associati, ha spiegato che «per noi è fondamentale curare al meglio il rapporto con il cliente, per cui SuperMAN ci permetterà di offrire un servizio ancor più di qualità e rispondente alle esigenze di tutti i nostri clienti».
Il progetto prevede il trasferimento dell’esperienza francese anche in Germania, con il coinvolgimento di catene di distribuzione quali Tegut e altre. «Si tratta senz’altro di un ottimo progetto – ha commentato Piera Nobili, presidente di CERPA Italia (Centro Europeo di Ricerca e Promozione dell’Accessibilità) – che abbiamo deciso di sostenere anche con il nostro patrocinio. Mi auguro che accanto all’attenzione per una migliore accoglienza dal punto di vista umano, SuperMAN possa occuparsi anche di offrire un ambiente altrettanto accogliente, per un contesto inclusivo al 100%».

Da segnalare infine che a breve sarà on line anche un sito dedicato (www.supermanproject.eu), ove sarà possibile trovare tutte le informazioni su SuperMAN e la lista dei supermercati del gruppo Conad di area romagnola nei quali verrà concretamente realizzato. (Simona Carloni)

Per ulteriori informazioni: Cooperativa Sociale Kara Bobowski, tel. 0546 940259, evs@karabobowski.org.
Stampa questo articolo