Impariamo a muoverci da soli?

Si chiama così il seminario previsto per il 24 e 25 marzo a Bologna, a cura dell’UICI Emilia Romagna (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), rivolto ai genitori di bambini e ragazzi con deficit visivo e altre minorazioni, per fornir loro strumenti di conoscenza e di azione concreta, in quanto principali attori dell’evoluzione educativa dei loro figli. A condurre le attività sarà Maria Luisa Gargiulo, psicologa e psicoterapeuta esperta nelle problematiche psicologiche, riabilitative ed evolutive in ambito di deficit visivo

Bimba cieca legge un libro in BrailleGli stili educativi e gli aspetti affettivi collegati all’autonomia; la genitorialità e il bambino con deficit visivo; le abitudini, gli atteggiamenti e l’organizzazione della vita quotidiana che favoriscono l’autonomia; lo sviluppo e l’affinamento delle capacità necessarie ad esaminare l’ambiente acustico per acquisire informazioni e orientarsi; la propedeuticità delle competenze nel training riabilitativo in orientamento e mobilità: verterà su questi temi il seminario di sabato 24 e domenica 25 marzo a Bologna (Hotal Holiday In Express), denominato Impariamo a muoverci da soli? Informazioni utili, disposizioni educative ed esperienze percettive in orientamento e mobilità.
L’iniziativa è stata progettata per i genitori dell’UICI Emilia Romagna (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), ma sarà aperta anche ad altri familiari, specie a quelli che vivono la quotidianità dei bimbi con deficit visivo e con altre minorazioni.

A condurre le attività – che prevedono anche esperienze pratiche (sulle Competenze percettive di analisi dello spazio acustico e sulle Funzioni percettive, cognitive, affettive e motorie coinvolte nell’autonomia spaziale e nell’espolrazione, con e senza gli ausili primari alla mobilità dei disabili visivi) – sarà Maria Luisa Gargiulo, psicologa e psicoterapeuta esperta nelle problematiche psicologiche, riabilitative ed evolutive in ambito di deficit visivo, già nota ai Lettori di Superando.
«La finalità del seminario – spiega la stessa Gargiulo – è quella di dare ai genitori strumenti di conoscenza e di azione concreta, in quanto principali attori dell’evoluzione educativa dei loro figli. In particolare si intende far luce sugli aspetti emotivi, cognitivi e relazionali che si pongono alla base dello sviluppo dell’autonomia». (S.B.)

Di Maria Luisa Gargiulo, nel nostro sito, suggeriamo la lettura del testo Minorazione visiva e disturbi pervasivi dello sviluppo (cliccare qui) e l’intervista alla stessa, intitolata Capire bene i problemi e le capacità del bambino per trovare le soluzioni (cliccare qui).

Per ulteriori informazioni sul seminario di Bologna: uicemro@uiciechi.it.
Stampa questo articolo