- Superando.it - http://www.superando.it -

Le febbri periodiche alla ricerca di un’«identità»

Locandina dell'incontro di FirenzeSono circa una dozzina di Malattie Rare, le febbri periodiche, inserite da pochi anni nel nuovo gruppo detto delle “malattie autoinfiammatorie”. E poi vi sono anche le cosiddette “FUO”, ovvero le febbri di origine sconosciuta.
Si tratta di un mondo ancora poco noto al pubblico e agli stessi medici, ma per le quali, in breve tempo, sono stati fatti grandi passi avanti nella ricerca, nella diagnosi e nella cura.
Ad oggi si calcola che i pazienti in Italia affetti da una malattia autoinfiammatoria siano circa 500. Decine, poi, sono le persone afflitte da una febbre ricorrente, ma ancora senza diagnosi.

Sabato 28 aprile a Firenze (Centro Il Fuligno, Via Faenza, 48, ore 9.45), si incontreranno e discuteranno su queste patologie – oltreché sui problemi connessi – specialisti, pazienti e famiglie.
L’incontro, denominato significativamente Febbri in cerca di identità, è organizzato dall’AIFP (Associazione Italiana Febbri Periodiche), i cui responsabili spiegano: «La genetica ha dato un notevole impulso alle diagnosi di queste patologie, ma ci sono ancora zone d’ombra. Di frequente vengono evidenziati casi nuovi che pur presentando i sintomi, non presentano le mutazioni genetiche per diagnosticare una febbre periodica… C’è quindi forse dell’altro tra il genotipo e il fenotipo? Con ansia, dunque, aspettiamo dalla genomica, dalla proteomica, dall’epigenetica e dalle biotecnologie risposte alle nuove domande». (S.B.)

Il programma completo dell’incontro di Firenze del 28 aprile è disponibile cliccando qui. Per ulteriori informazioni: info@febbriperiodiche.it.