- Superando.it - http://www.superando.it -

L’ICF come linguaggio comune per la valutazione della disabilità

Particolare di uomo con disabilità al tavolo di una bibliotecaRete internazionale costituita nel 2011 per lo lo sviluppo della ricerca delle conoscenze e dello scambio interattivo in riabilitazione, REHADE (Rehabilitation Development Education Network) si pone principalmente l’obiettivo di favorire lo sviluppo della ricerca biomedica e sociale applicata alla riabilitazione, considerando l’approccio bio-psico-sociale per le condizioni di salute delle persone.
La due giorni in programma a Roma per giovedì 7 e venerdì 8 giugno (Hotel Holiday Inn, Via Aurelia), intitolata ICF come linguaggio comune per la valutazione della disabilità negli adulti e bambini, è il primo evento con cui il network intende proporsi all’attenzione della comunità scientifica, rivolgendosi a tutti quegli specialisti che lavorano con persone con disabilità dello sviluppo o acquisite (medici, fisioterapisti, infermieri professionali, psicomotricisti dell’età evolutiva, psicologi, terapisti occupazionali e logopedisti), interessati soprattutto ad ampliare le conoscenze dei princìpi e delle caratteristiche della Classificazione ICF (l’International Classification of Functioning, Disability and Health dell’Organizzazione Mondiale della Sanità).

L’evento sarà organizzato, come detto, in due giornate, nella prima delle quali – divisa in tre sessioni (Il modello bio-psico-sociale del funzionamento e della disabilitàICF nella pratica clinica con l’adultoUtilizzo di ICF per l’integrazione lavorativa) – verrà descritto il sistema di classificazione ICF, con approfondimenti sull’importanza di disporre di strumenti di valutazione della salute e del funzionamento. In particolare, verranno approfondite differenti modalità di utilizzo dell’ICF attraverso la presentazione di esperienze di diversi gruppi di lavoro, prendendo inoltre in considerazione la possibilità dell’utilizzo di tale Classificazione per l’integrazione lavorativa.
Nella seconda giornata, invece – divisa in due sessioni (ICF nella pratica clinica con il bambinoUtilizzo di ICF in ambito scolastico) – l’attenzione sarà per lo più rivolta alla descrizione di protocolli per la presa in carico dei bambini con disabilità, secondo i princìpi dell’ICF in ambito clinico e scolastico.
La tavola rotonda conclusiva, infine, sarà orientata su un riflessione riguardante le proposizioni e le criticità affrontate durante il convegno. (S.B.)

Ringraziamo per la segnalazione l’Associazione Amici di Flavio Cocanari.

Il programma completo del convegno è disponibile cliccando qui. Per ulteriori informazioni: rehade@medik.net.