I più poveri tra i poveri

Si chiama così e riguarda le condizioni materiali delle persone con disabilità e delle loro famiglie, il progetto promosso dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), nel cui ambito si terrà il 18 giugno a Napoli il seminario intitolato “I percorsi silenziosi dell’impoverimento”

Persona in carrozzina su un bagnasciugaNell’ambito del Progetto denominato I più poveri tra i poveri. Le condizioni materiali delle persone con disabilità e delle loro famiglie, promosso dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e finanziato grazie alla Legge 383/00 (annualità 2010, lettera f), si terrà lunedì 18 giugno a Napoli (Centro Servizi al Volontariato della Provincia, Isola E1 del Centro Direzionale di Napoli, ore 9.30-13) il seminario intitolato I percorsi silenziosi dell’impoverimento.
«In un momento di particolare crisi internazionale – dichiarano i promotori dell’iniziativa – assumono un drammatico significato concetti come impoverimento e povertà. Sono espressioni di un disagio profondo che va oltre i risvolti economici che a tutta prima potrebbero forse essere sufficienti a inquadrare il fenomeno. La disabilità favorisce processi di impoverimento, ma verosimilmente non esiste un nesso causale così lineare. Lo si può comprendere riflettendo su quanto la discriminazione, l’elusione dei diritti umani, la non partecipazione, l’esclusione sociale condizionino e frenino lo sviluppo umano di ognuno. L’incontro di Napoli, partendo e ripartendo da prospettive diverse, offre altrettanti “spaccati” che costituiscono un  mosaico tutt’altro che scontato né definitivo».

Introdotto da Generoso Di Benedetto, presidente di Federhand/FISH Campania – organizzazione che ha curato l’allestimento del seminario – e moderato da Cira Solimene, direttore operativo della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) e presidente del Centro Gaetano Torre per le Malattie Muscolari di Napoli, l’incontro potrà contare sulle relazioni di Carlo Giacobini, direttore editoriale di Superando.it e responsabile del Servizio HandyLex.org e di Enrica Morlicchio dell’Università Federico II di Napoli, esperta di povertà.
Sono poi previsti una serie di interventi programmati, da parte di Giovanni Del Rio, Presidente del Comitato Consultivo della Legge Regionale 11/84 della Campania; Vitaliano Ferrajolo, presidente dell’Associazione LPH (Lega Problemi Handicappati) di Caserta; Paola Majello, presidente dell’ACISB (Associazione Campana Idrocefalo e Spina Bifida); Mario Esposito, referente del Comitato Barriere Architettoniche e Sensoriali di Sorrento (Napoli); Claudio Roberti, vicepresidente di ENIL Italia (European Network on Independent Living); Raffaele Punzio dell’Ufficio H della CGIL Campania. (S.B.)

Per ulteriori informazioni: presidenza@fishonlus.it.

Stampa questo articolo