Solidarietà sociale per abbattere la “povertà energetica”

Ovvero quelle condizioni di povertà indotte in particolare nelle persone con disabilità e nei malati cronici, dalla crescita dei costi dell’energia per le utenze domestiche, combinati con l’attuale grave crisi economica. Si tratta di un fenomeno di rilevanza sociale in continua crescita, del quale si parlerà ampiamente il 3 luglio a Roma, durante un convegno promosso da Cittadinanzattiva

Uomo con disabilità davanti a una finestra con grataCome avevamo scritto qualche giorno fa, riprendendo una nota di Cittadinanzattiva, riguardante la Relazione Annuale recentemente presentata al Parlamento dal Presidente dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas, la stessa Cittadinanzattiva – con la collaborazione del proprio Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC) – intendeva portare rapidamente all’attenzione dell’opinione pubblica le problematiche degli insoddisfacenti bonus sociali destinati alle persone con disabilità e ai malati cronici, per la copertura delle bolletta energetiche, ciò che espone questi Cittadini a frequenti casi di fuel poverty*, ovvero alla cosiddetta “povertà energetica”.
Ed è quello che accadrà martedì 3 luglio a Roma (Sala Conferenze del Senato, ex Hotel Bologna, Via di Santa Chiara, 4, ore 9-13), con il convegno denominato Energia e cronicità: la solidarietà sociale per l’abbattimento della fuel poverty, che viene presentato così dagli organizzatori: «La crescita dei costi dell’energia per le utenze domestiche e l’attuale grave crisi economica stanno incrementando rapidamente i rischi di fuel poverty. Quali i segnali di un fenomeno di rilevanza sociale in continua crescita, ma ancora non unanimemente riconosciuto? Quali i soggetti più a rischio e come tutelarli? Quali i possibili rimedi al di là dei sussidi sociali? Quale il ruolo dell’Autorità di settore e degli stessi operatori in un ottica di responsabilità sociale?».
Da segnalare inoltre che, in occasione dell’evento – realizzato in collaborazione con la Società Acquirente Unico -, verrà anche presentata un’indagine pilota sull’impatto economico della spesa energetica sul reddito delle famiglie afflitte da patologie invalidanti, curata dal CnAMC di Cittadinanzattiva.

Introdotto da Paolo Vigevano, amministratore delegato di Acquirente Unico, il convegno sarà poi aperto dalla relazione di Tiziana Toto, responsabile del Progetto Energia & Cronicità di Cittadinanzattiva e dall’intervento di Alberto Biancardi, componente dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas.
Al successivo dibattito parteciperanno Marcella Marletta, direttore generale per i Farmaci e i Dispositivi Medici del Ministero della Salute; Alfredo Ferrante, dirigente del Ministero del Welfare (Ufficio Politiche per le Persone con Disabilità); Tonino Aceti, coordinatore del CnAMC di Cittadinanzattiva; Salvatore Nocera,  vicepresidente nazionale della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap); Alberto Fontana, presidente nazionale della UILDM (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare); Franca Biondelli e Michele Saccomanno, senatori, componenti della Commissione Igiene e Sanità del Senato; Maria Antonietta Farina Coscioni, deputata, componente della Commissione Affari Sociali della Camera; Paolo Bandiera, direttore degli Affari Generali dell’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla). È in attesa di conferma anche la presenza della senatrice Dorina Bianchi, componente della Commissione Lavoro e Previdenza Sociale del Senato.
Le conclusioni saranno affidate ad Antonio Gaudioso, neosegretario generale di Cittadinanzattiva e a Claudio De Vincenti, sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico (quest’ultimo in attesa di conferma). (S.B.)

*Con le parole fuel poverty (letteralmente “povertà energetica”), si fa riferimento a una definizione data nei paesi anglosassoni alle condizioni di povertà prodotte dall’elevato costo dei combustibili per il riscaldamento, che inducono a ridurre la spesa attraverso la riduzione del riscaldamento stesso.

Per ulteriori informazioni: stampa@cittadinanzattiva.it.

Stampa questo articolo