Giovani e disabilità in Umbria. Una prospettiva di comunità

La delicata questione riguardante la mancanza di un lavoro per i giovani con disabilità, come elemento di aggravio della dipendenza dalla famiglia e di incremento delle difficoltà nel conquistare l’autonomia personale, sarà al centro di un convegno che si terrà il 5 luglio a Perugia, a cura del Consorzio ABN – A&B Network, cui è stata invitata anche la FISH Umbria

Giovane in carrozzina al lavoro davanti a dei computerÈ organizzato dal Consorzio ABN – A&/B Network il convegno che si terrà giovedì 5 luglio a Perugia (Sala della Partecipazione di Palazzo Cesaroni, ore 9-13.30), denominato Giovani e Disabilità in Umbria. Una prospettiva di comunità, momento conclusivo di un progetto che si è occupato di analizzare i dati in merito al potenziale o mancato inserimento lavorativo dei giovani con disabilità, appena raggiunta la maggiore età.
Quest’ultima iniziativa ha analizzato in sostanza i dati quantitativi disponibili sul tema dell’inserimento lavorativo delle persone con disabilità, affiancandoli a dati di natura soggettiva, rilevati con uno studio ad hoc. Sono stati inoltre analizzati i dati riguardanti l’inserimento lavorativo sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo, cercando di capire come i giovani con disabilità e le famiglie vivano la fine del percorso scolastico.

Al centro del convegno del 5 luglio, quindi, vi sarà la delicata questione riguardante la mancanza di un lavoro per i giovani con disabilità come elemento di aggravio della dipendenza dalla famiglia e di incremento delle difficoltà nel conquistare l’autonomia personale.
Secondo gli organizzatori dell’incontro, «analizzare l’aspetto del lavoro, ponendo l’attenzione sugli aspetti più significativi e per certi versi meno noti, significa non solo arricchire il panorama delle conoscenze esistenti, ma fornire una chiave di lettura più rispondente a un diritto e a un bisogno dei giovani con disabilità e delle loro famiglie».
ABN – A&B Network è un consorzio di cooperative sociali e non sociali, costituito nel 1997, per iniziativa di alcune cooperative sociali della provincia di Perugia, nato al fine di condividere strategie integrate, finalizzate a perseguire gli obiettivi di promozione umana e di integrazione sociale dei Cittadini.

Alla discussione che seguirà gli interventi della prima parte del Convegno, sono stati invitati a partecipare anche Marialuisa Meacci, presidente della FISH Umbria (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e Angelo Righetti, responsabile per la Salute Mentale della Conferenza Permanente Partenariato Euromediterraneo ed esperto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e dell’ONU. (Centro per l’Autonomia Umbro)

Il programma completo del convegno è disponibile nel sito del Centro per l’Autonomia Umbro (che è anche la sede della FISH Umbria). Per ulteriori informazioni: c.bufo@consorzioabn.it (Catina Bufo).

Stampa questo articolo