Il primo Campionato Italiano per velisti con disabilità motorie

Si svolgeranno sul Lago di Garda dal 5 all’8 luglio, coinvolgeranno velisti con varie tipologie di disabilità motoria e vedranno in gara anche un’imbarcazione che parteciperà alle Paralimpiadi di Londra: sono le regate del primo “Campionato Nazionale Access”, promosso tra gli altri dall’Associazione Lo Spirito di Stella, impegnata anche, in questi mesi, nell’organizzazione dei “Sailing Campus”

Manifesto del primo "Campionato Nazionale Access", luglio 2012, Gargnano (Brescia)Si svolgerà dal 5 all’8 luglio a Gargnano (Brescia), sulla sponda occidentale del Lago di Garda, il primo Campionato Nazionale Access, dedicato a velisti con disabilità motorie e tra i principali promotori dell’evento vi sarà anche l’associazione vicentina Lo Spirito di Stella, organizzatrice in questi mesi dei Sailing Campus [se ne legga nel box in calce, N.d.R.], cicli di scuola velica della durata di quattro giorni che si tengono in varie località italiane, a bordo delle imbarcazioni 2.4 della classe Access, sempre allo scopo di favorire la diffusione della vela tra le persone con disabilità.

Il Campionato Italiano di Gargnano chiuderà il percorso formativo denominato Uguali nella diversità, promosso dal Ministero dell’Istruzione e dalla Federazione Italiana della Vela. A organizzare la manifestazione sarà il Circolo Vela Gargnano, rinomato a livello internazionale per l’organizzazione annuale della mitica regata Centomiglia.
Oltre allo Spirito di Stella, il progetto vedrà coinvolte altre organizzazioni, quali Eos, la vela per tutti di Verona, Archè di Trento, Hyak ONLUS del Centro Psico-Sociale di Salò e dell’Azienda Ospedaliera di Desenzano del Garda, la Fondazione ASM (Azienda dei Servizi Municipalizzati) di Brescia e altre realtà del mondo del sociale e dello sport velico, sempre all’interno del citato Progetto Uguali nella diversità, che porterà a Gargnano un equipaggio selezionato nel corso di un tour tra le scuole della penisola. In gara, poi, ci sarà anche la flotta dello Skud 18, il doppio che a fine agosto parteciperà alle Paralimpiadi di Londra.
Va ricordato anche che molto è stato fatto per garantire l’accessibilità dell’evento: il Circolo Vela Gargnano, infatti, ha realizzato una piattaforma specifica, con un sollevatore progettato e costruito ad hoc che consente l’accesso alle carrozzine. Dal canto loro, i volontari della Croce Rossa Italiana garantiranno la sicurezza e agevoleranno le operazioni di imbarco/sbarco delle persone con disabilità.

L’Associazione Italiana Classe Access, in fase di costituzione, ha visto una crescita significativa delle proprie attività e dell’interesse suscitato, sia tramite la Lega Navale Italiana che tramite la Federazione Italiana di Vela.
Allo stato attuale la Flotta Access in Italia prevede dieci Access 303 doppi, tre Access 2.3, di cui uno dotato di servocomandi, tre Liberty e tre imbarcazioni paralimpiche Skud 18.
Da segnalare infine che il Campionato Italiano godrà del patrocinio della Presidenza della Provincia di Brescia e gli altri partner saranno Il Gioco del Lotto, la Fondazione ASM (gruppo A2A), la Croce Rossa Italiana e il Consorzio Riviera dei Limoni e dei Castelli. (Serena Bonan)

I Sailing Campus dello Spirito di Stella
Il primo Sailing Campus 2012 – Il Gioco del Lotto, iniziativa promossa dall’associazione vicentina Lo Spirito di Stella, con il contributo de Il Gioco del Lotto, si è tenuto a metà giugno a Trieste, con ben quattordici iscritti, sostenuto dalla locale associazione Easy Action e dalla Sezione giuliana della Lega Navale Italiana, mentre i prossimi si terranno dal 6 al 9 settembre a Caldonazzo (Trento), dal 13 al 16 settembre a Savona e dal 27 al 30 settembre alla Spezia.
Si tratta di cicli di attività che consentono ad adulti e ragazzi con e senza disabilità la possibilità di vivere quattro giorni “fuori dal comune”, con lezioni teoriche e pratiche di vela, per imparare a governare le imbarcazioni della gamma Access. A Trieste, tra l’altro, si continuerà per tutta la stagione: ogni sabato, infatti, di luglio e settembre, chi lo vorrà – indipendentemente dalle proprie condizioni fisiche – potrà provare a fare vela, seguito da istruttori qualificati, velisti e volontari di Easy Action, presso il nuovo Polo Nautico per tutti della base nautica della Lega Navale di Trieste.
«“Se si può rendere accessibile una barca, perché non si può rendere accessibile anche una città?”: questo – ha sottolineato Andrea Stella, fondatore della ONLUS Lo Spirito di Stella e ideatore dell’omonimo, celebre “catamarano senza barriere” – è sempre stato il motto della nostra associazione ed è l’obiettivo dei Sailing Campus, in cui affianchiamo i partecipanti anche nella ricerca di strutture accessibili dove soggiornare e cenare durante il corso, per creare un’azione il più possibile sinergica anche con altri enti e strutture del territorio».

Per ulteriori informazioni generali: info@lospiritodistella.it.
Per informazioni specifiche sul Campionato Italiano di Gargnano: info@centomiglia.it.

Stampa questo articolo