Tecnologie assistive: fattori di qualità e trasformazione

Celebrare una storia guardando avanti: è questo l’obiettivo della Giornata di Studio in programma per l’11 settembre a Bologna, con la quale si punta a individuare i vari fattori di qualità e di trasformazione nella proposta degli ausili, ovvero delle tecnologie assistive. L’iniziativa è stata promossa dall’AIAS e dall’AUSL di Bologna, per celebrare il trentennale della prima Ausilioteca d’Italia, quella appunto di Bologna

Realizzazione grafica con un video sulle ruoteLa storia della prima Ausilioteca d’Italia, quella di Bologna, iniziata nel lontano 1982 in seno all’AIAS del capoluogo emiliano (Associazione Italiana Assistenza Spastici), è connotata dalla ricerca costante di innovazione nel campo degli ausili e delle modalità di erogazione dei servizi ad essi correlati, realizzando uno stretto e proficuo rapporto fra il settore del privato sociale (l’AIAS, appunto) e quello del pubblico (l’Azienda USL di Bologna). Un rapporto fatto di co-progettazione e gestione di servizi legati alla proposta di soluzioni per l’autonomia e la qualità della vita delle persone con disabilità.
Oggi l’Ausilioteca bolognese è il motore dell’Area Ausili di Corte Roncati dell’AUSL di Bologna, polo di competenze di riferimento a livello regionale e italiano, in rete con le maggiori realtà europee e internazionali.

1982, si è detto, e quindi quest’anno coincide con un importante anniversario – il trentennale – che verrà celebrato martedì 11 settembre, con la Giornata di Studio denominata La proposta di tecnologie assistive: fattori di qualità e di trasformazione, organizzata dall’AIAS e dall’AUSL di Bologna, con la presenza di personalità di livello nazionale internazionale nel campo degli ausili.
«Celebrare una storia guardando avanti – spiegano i promotori -, questo è l’obiettivo della Giornata di Studio, che mira a individuare i fattori di qualità e trasformazione nella proposta degli ausili, ovvero delle tecnologie assistive».
L’evento si articolerà su due momenti complementari il primo dei quali di taglio convegnistico e il secondo di lavoro in gruppi di approfondimento. Il Colloquio Internazionale del mattino, quindi (Sala Convegni, Terza Torre della Regione Emilia Romagna, Viale della Fiera, 8, ore 9-13.30), metterà a confronto esperti di primo piano italiani, europei e statunitensi, su cinque direttrici tematiche che spazieranno dalla percezione della cultura rispetto all’assistive technology, all’evoluzione tecnologica in atto, dalle metodologie per la qualità del processo di valutazione degli ausili e di misurazione dei costi/benefici, fino al ripensamento oggi necessario del sistema di erogazione dei servizi.
A legare tutte le relazioni vi sarà il “filo rosso” di una lettura “di sistema”, con la presentazione di esperienze e metodi, volti a evidenziare i fattori di qualità per una positiva evoluzione del Service Delivery System (letteralmente “Sistema di servizio della consegna”) delle tecnologie assistive.

Il Laboratorio di Pensiero del pomeriggio (Area Ausili di Corte Roncati, Via Sant’Isaia, 90, ore 15-17), affronterà poi gli stessi temi del mattino in altrettanti gruppi di approfondimento, preziosa occasione per un confronto “orizzontale” fra addetti ai i lavori. In tal senso, il contributo attivo dei partecipanti sarà relativo all’elaborazione di proposte per promuovere la qualità e l’evoluzione dei servizi legati agli ausili e, più in generale, alle soluzioni per la qualità della vita delle persone con disabilità nell’attuale realtà italiana e internazionale.
I risultati prodotti andranno in seguito a costituire un documento che verrà diffuso a livello locale, regionale e nazionale attraverso i canali istituzionali e i mass media specializzati.

Detto che al Colloquio Internazionale parteciperà anche il direttore responsabile della nostra testata Franco Bomprezzi, mentre nell’ambito del Laboratorio di Pensiero, il nostro direttore editoriale Carlo Giacobini condurrà il gruppo di lavoro sul tema Come promuovere qualità e trasformazione nella cultura su Autonomia e Assistive Technology, segnaliamo inoltre che nel pomeriggio sarà possibile visitare l’Area Ausili (Mostra Ausili e Appartamenti Domotizzati) di Corte Roncati, alla presenza di esperti che illustreranno soluzioni e servizi.
Infine, per l’intera giornata e fino a venerdi 14 settembre, sempre nell’Area Ausili di Corte Roncati, sarà presente la Mostra Liberi di leggere, che offrirà una panoramica di libri per l’infanzia tradotti in simboli e testi sulla disabilità. Quest’ultima iniziative è stata realizzata in collaborazione fra il Centro Ausili Tecnologici e diverse realtà italiane che hanno sviluppato esperienze significative in questi àmbiti. Altre iniziative analoghe avranno poi luogo a Corte Roncati nel corso dell’autunno. (S.B.)

La partecipazione alla Giornata di Bologna è gratuita. Per il programma dettagliato, accedere al sito dell’Ausilioteca di Bologna. Per ulteriori informazioni: info@aiasbo.it (Carlo Ciccaglioni).

Stampa questo articolo