“Felice corsa” a tutti, sul lungomare di Reggio Calabria

Si chiama infatti “Happy Run” la bella gara podistica non competitiva, organizzata dall’atleta con disabilità Giusy Versace, la cui seconda edizione è in programma per il 21 settembre sul Lungomare Falcomatà di Reggio Calabria e il cui ricavato permetterà di fare sport a una giovane calabrese, tramite l’Associazione Disabili No Limits, presieduta dalla stessa Versace

Giusy Versace alla partenza di “Happy Run 2012”

Un’immagine della partenza dell’“Happy Run 2011”, con al centro Giusy Versace (www.photo-4u.it per Happy Run)

È ormai imminente la seconda edizione della Happy Run, gara podistica non competitiva organizzata da Giusy Versace, che si terrà venerdì 21 settembre (ore 21), con partenza e arrivo sul Lungomare Falcomatà di Reggio Calabria.
La manifestazione – il cui percorso misurerà circa quattro chilometri – gode del sostegno del Comune e della Provincia di Reggio Calabria, del Consiglio Regionale della Calabria, del CONI e del CIP Calabria (Comitati Italiano Paralimpico) e l’intero ricavato andrà in favore dell’Associazione Disabili No Limits, con l’obiettivo di acquistare un sedia a ruote sportiva (handbike) per Francesca, una giovane di Rossano Calabro affetta da tetraparesi spastica, che ha manifestato la volontà di correre e fare sport.
«Sarà una grande festa – dichiara Giusy Versace, presidente di Disabili No Limits – ricca di novità e soprattutto di grande entusiasmo e voglia di divertirsi. Non mi aspettavo un’adesione così grande, e questo mi rende veramente felice. Voglio ringraziare tutte le istituzioni e gli sponsor che ancora una volta permettono lo svolgimento della Happy Run, ma soprattutto gli amici, atleti paralimpici di fama mondiale, come l’hockeista Santino Stillitano e il maratoneta Walter Endrizzi, che hanno voluto fortemente essere qui, e la Reggina Calcio, che effettuerà un’asta benefica a favore della nostra associazione con le maglie autografate dei giocatori».

Tra le grandi novità di quest’anno, va segnalato il Concorso Happy Run: Io c’ero, con premi allo striscione esposto in gara con la frase più emozionante, al gruppo distintosi per il messaggio più creativo e originale e a quello più numeroso.
L’iniziativa è aperta a tutti, ma comprende due sezioni speciali dedicate agli studenti delle scuole e alle associazioni, allo scopo di promuovere la cultura della solidarietà e della cooperazione sociale. La valutazione sarà affidata a una commissione presieduta da Francesco Comandè, vicecampione italiano paralimpico nei 60 e 200 metri indoor, e composta da rappresentanti del Comune reggino, della Provincia, della Regione, del CIP e del CONI. (S.B.)

Per ulteriori informazioni accedere al sito dedicato a Happy Run o scrivere a: pressoffice@studioghiretti.it (Manuela Merlo).

Giuseppina “Giusy” Versace
Meglio conosciuta come “Giusy”, Giuseppina Versace porta un cognome che nel mondo della moda pesa e conta. Ed è proprio nel mondo della moda che comincia a lavorare, giovanissima, preferendo un’altra azienda a quella familiare, per mantenere il terreno libero da ogni implicazione.
Oggi, Versace è nota alla cronaca per essere stata la prima donna atleta con amputazione bilaterale alle gambe a gareggiare a livello agonistico nella corsa dei 100 metri piani. A cambiarle la vita è stato un incidente, che dalla moda l’ha portata appunto ai podi dell’atletica leggera, passando per l’accettazione del proprio corpo e per il reinserimento sociale e lavorativo.
Il nostro sito le ha dedicato a suo tempo un’ampia intervista e ne segnaliamo anche la presidenza, dal maggio del 2010, dell’Associazione Disabili No Limits.

Stampa questo articolo