Sui sentieri cerebrali della musica

Sarà l’Orchestra Sinfonica Esagramma a chiudere con un concerto il 22 settembre a Sirmione (Brescia) il Terzo Congresso Mondiale di NeuroMusicologia Clinica. Nota anche a livello internazionale, Esagramma è composta, oltreché da musicisti professionisti, da ragazzi e adulti con problemi psichici mentali gravi, da pazienti psichiatrici adulti, da giovani e adulti con sindromi post-traumatiche

Orchestra Sinfonica Esagramma

Tempo di prove per l’Orchestra Sinfonica Esagramma (per gentile concessione di Matt Corner/MVPhoto© e di Esagramma)

A Brescia, il 21 e il 22 settembre, nell’ambito del Terzo Congresso Mondiale di NeuroMusicologia Clinica, un concerto dell’Orchestra Sinfonica Esagramma dimostrerà dal vivo come le teorie presentate e discusse nel corso dell’incontro trovino una reale e attuale applicabilità. Il Congresso dibatterà infatti – con il contributo di neuroscienziati, musicisti, filosofi, psicologi, neuroriabilitatori di tutto il mondo – su come la musica rappresenti un’utile terapia nelle più importanti malattie neurologiche, quali l’Alzheimer, il Parkinson, le demenze, ma anche nel coma traumatico e nel trattamento delle afasie e dell’autismo.
«Le moderne tecniche di neuroimaging – afferma Luisa Monini Brunelli, presidente del meeting bresciano – mostrano come le informazioni musicali di qualsiasi natura, dal suono, al ritmo, alla melodia, seguano, nel loro viaggio intracerebrale, dei particolari sentieri, per arrivare a diventare percezioni coscienti. Questi sentieri corrono in fasci di fibre nervose, contattano i nuclei della base del cervello che li colorano di emozioni e infine arrivano ai lobi frontali, dove si integrano con altre informazioni per dare sensazioni coscienti della loro presenza».

Il concerto di Esagramma, intitolato Amor che tutto muove, in programma sabato 22 settembre a Sirmione (PalaCreberg, ore 21), a conclusione del Congresso, testimonierà dunque l’efficacia di tali teorie. Questa orchestra, infatti [della quale anche il nostro sito si è spesso ampiamente occupato, N.d.R.], è composta, oltre che da musicisti professionisti, anche da ragazzi e adulti con problemi psichici mentali gravi (autismo, ritardo cognitivo, psicosi infantile), pazienti psichiatrici adulti, giovani e adulti con sindromi post-traumatiche, ragazzi e giovani con disagio sociale e familiare che hanno seguito i corsi di MusicoTerapia Orchestrale.
La metodologia di Esagramma – certamente unica in Europa – è stata messa a punto in venticinque anni di attività, integrando percorsi di MusicoTerapia Orchestrale e sedute di MusicVirtual Opera (Interazione Multimediale). Centro di eccellenza formativa della Regione Lombardia, Esagramma offre un Master triennale e corsi di aggiornamento ed è presente in Italia con otto “Centri Satellite” totalmente autonomi, che operano seguendo la medesima metodologia.
Cresce inoltre anche la dimensione internazionale dell’esperienza, con vari inviti in Europa, nell’ambito di Festival e Università, per illustrare e applicare la metodologia adottata nelle situazioni più svariate (disabilità, carceri, disagio sociale ecc.).
Nel corso degli anni, l’orchestra ha dato vita a oltre cento concerti, tra i quali quello trasmesso in mondovisione nel 2000, in occasione del Giubileo dei Disabili, e quello del 2003, nella sede del Parlamento Europeo, a Bruxelles, per la chiusura dell’Anno della Disabilità.

Per quanto riguarda infine la Società Internazionale di NeuroMusicologia Clinica (CNM), organizzatrice dell’evento di Brescia, essa è stata fondata nel 2008 in Germania, a Düsseldorf, in occasione del Congresso dell’Accademia Multidisciplinaria di Neurotraumatologia, al fine di migliorare lo studio e approfondire le conoscenze dell’impatto che la musica ha sul funzionamento del cervello e di tutto il corpo umano. (Giulia Cordaro)

Per informazione e prenotazione dei biglietti del concerto di Sirmione: numero verde gratuito 800 241822, debora@broliassociati.it.
Per ulteriori informazioni e approfondimenti sulle attività di Esagramma: tel. 02 92880853, coordinamento2@esagramma.net.

Stampa questo articolo