Caccia al tesoro con tutti i sensi

È quella organizzata per il 6 ottobre ad Ancona dal Museo Tattile Statale Omero, tutta all’insegna della multisensorialità, presso la celebre Mole Vanvitelliana del capoluogo marchigiano. Grandi e bambini potranno quindi scoprire – attraverso i cinque sensi – uno scrigno sospeso tra mare e cielo, in uno spazio in cui vivere fino in fondo l’arte contemporanea

Mole Vanvitelliana di Ancona

La classica struttura pentagonale della Mole Vanvitelliana di Ancona

Il Museo Tattile Statale Omero – la nota struttura di Ancona, nata per promuovere la crescita e l’integrazione culturale delle persone con disabilità visiva, diffondendo tra di loro la conoscenza della realtà – approderà con una bella iniziativa sabato 6 ottobre alla Mole Vanvitelliana (ore 16.30-18.30), il celebre monumento e polo culturale del capoluogo marchigiano, ove lo stesso Museo Omero si sta via via trasferendo.

In occasione infatti dell’ottava edizione della Giornata del Contemporaneo – evento promosso dall’AMACI (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani), che prevede una serie di iniziative d’arte in tutto il Paese – grandi e bambini (questi ultimi accompagnati anche dai loro genitori) potranno partecipare a una “misteriosa” Caccia al tesoro, tutta all’insegna della multisensorialità, per scoprire e scrutare uno scrigno sospeso tra mare e cielo, in uno spazio in cui vivere fino in fondo l’arte contemporanea.
«Guidati da una mappa – spiegano ulteriormente i responsabili del Museo Omero – i “piccoli” pirati potranno quindi scoprire, attraverso i cinque sensi, alcune curiosità su un edificio insolito come la Mole Vanvitelliana, con mani esperte e “nasi curiosi” che condurranno i più scaltri alla ricerca di un piccolo tesoro». (S.B.)

Per ulteriori informazioni: info@museoomero.it, didattica@museoomero.it.

Stampa questo articolo